Crédit Agricole e UniCredit hanno preparato centinaia di milioni

Crédit Agricole, come molte filiali, ha messo da parte denaro extra per coprire la fornitura di prestiti poveri a causa della coronacrisis. Ciò è stato confermato giovedì da un rapporto commerciale della seconda più grande banca quotata pubblicamente in Francia.

Il vaso di bracconaggio di Crédit Agricole è raddoppiato e ora contiene quasi 850 milioni di euro. Il gruppo finanziario ha realizzato un utile di 954 milioni di euro nel secondo trimestre. Questo è più di un quinto meno di un anno prima. I ricavi sono scesi del 5% a 4,9 miliardi di euro.

A Roma, La Banca Italiana UniCredit ha aperto i libri. Questo gruppo finanziario ha anche messo da parte denaro extra a causa della coronacrisis. Nel secondo trimestre, 937 milioni di euro sono entrati nel piatto di bracconaggio della banca. L’utile di UniCredit è arrivato a 420 milioni di euro, dopo una sostanziale perdita del trimestre precedente. Ciò era dovuto, tra le altre cose, al fatto che un beneficio da una vendita che ha spinto il profitto un anno prima non contava questa volta. Il fatturato di UniCredit è diminuito di quasi l ‘ 8% nel periodo in esame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.