ESTATE A RITMO DI MUSICA CON VALDOBBIADENEJAZZ

Fregonese: "Ritengo che la cultura sia un volano eccezionale"
VALDOBBIADENE – Il fil rouge che lega gli appuntamenti della seconda edizione di ValdobbiadeneJazz è una frase di Charlie Parker, “Don’t be afraid, just play the music” (Non avere paura, suona la musica), una sorta di esortazione ad affrontare le difficoltà della vita e le nostre paure concentrandoci su ciò che sappiamo fare bene e che ci da gioia.L’organizzazione, in stretta collaborazione con Ufficio Turistico e Consorzio diValdobbiadene, forte del successo raccolto nell’anno del debutto, non ha voluto rinunciare alla rassegna, pur accettando di ripensarla in chiave post-lockdown, dilatando quindi la formula del week end in una decina di eventi a cadenza settimanale, spalmati su buona parte dell’estate, e confermando altresì l’altissimo livello: “I musicisti – anticipa il direttore artistico Vincenzo Barattin – godono di fama nazionale e internazionale e, ne sono certo, sapranno soddisfare e rendere felici gli appassionati del genere.
In particolare festeggeremo il centenario della nascita di un mito del jazz, Charlie Parker, con il concerto celebrativo, ed esclusivo per Valdobbiadene, di Scott Hamilton, straordinario sassofonista statunitense che da anni vive in Italia, che si terrà a ridosso del ferragosto”.La recente emergenza sanitaria, e l’imperativo prudenziale, hanno suggeritoall’organizzazione di anticipare i tempi di ValdobbiadeneJazz, che, solo per quest’anno, anziché a ottobre andrà in scena nel corso dell’estate: “Abbiamo pensato – spiega Isidoro Rebuli, presidente del Consorzio – ad una formula che potesse garantire la sicurezza, con concerti all’aperto, salvaguardando il format ed il livello qualitativo, elemento irrinunciabile per una kermesse che intende crescere”.“L’amministrazione comunale ha confermato il sostegno a ValdobbiadeneJazz – afferma il sindaco Luciano Fregonese – perché è anche con progetti come questo che si sostiene la ripartenza. Ritengo che la cultura sia un volano eccezionale”, e la musica il veicolo ideale per l’ottimismo! Per l’assessore al turismo, ValdobbiadeneJazz saprà ancora una volta catalizzare l’attenzione di un pubblico raffinato: “C’è bisogno di continuità, ed è un bene che la manifestazione sia stata riproposta – aggiunge Tommaso Razzolini –, soprattutto perché fortemente improntata allo sviluppo e alla valorizzazione trasversali della nostra città”.Il Festival si terrà dal 15 luglio al 1° settembre 2020 potendo contare sulla splendida location del parco di Villa dei Cedri, cui si aggiungono alcune cantine e locali pubblici. L’ingresso ai concerti è per lo più gratuito, ma a numero chiuso ed esclusivamente su prenotazione.
L’evento di apertura è affidato al “Jim Jam Quartet” e al “Nicola Guidolin 4et”,due gruppi valdobbiadenesi: “Sarà una costante anche delle prossime edizioni del Festival – dice Massimo De Nardo, ideatore della manifestazione insieme a Silvana Curto –. Vogliamo offrire una ribalta prestigiosa agli artisti locali, premiando bravura e passione. Altra novità, l’inserimento della proiezione di un film, grazie alla collaborazione con la Consulta giovanile”.La direzione artistica, dimostrando grande sensibilità, a fronte della grave crisi che ha investito il mondo dello spettacolo, ha deciso di ingaggiare per l’edizione 2020 solamente artisti italiani o stranieri che vivono stabilmente nel nostro paese, che giungeranno a Valdobbiadene da tutto lo stivale.Il cartellone di ValdobbiadeneJazz presenta una decina di eventi, compreso il concerto inserito nella manifestazione Calici di Stelle, in calendario lunedì 10 agosto, nel corso della quale la degustazione enogastronomica, nella collaudata formula del pic-nic, sarà abbinata al grande jazz e ad un gruppo, The Good Fellas, che gode di larga fama, anche televisiva e cinematografica (partner musicale tra l’altro del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo).L’emergenza Coronavirus ha purtroppo cancellato la prima edizione di ValdobbiadeneJazz Young&School, in programma dal 29 febbraio scorso; un’operazione formativa e un’occasione di crescita per i giovani musicisti: “Stiamo già cercando – assicura Silvana Curto, ideatrice e coordinatrice della manifestazione – una data tra novembre e dicembre”.ValdobbiadeneJazz 2020 gode del patrocinio di Provincia, Regione, Touring Club Italiano e CUOA, della collaborazione dell’associazione “Amici della Musica” e della Consulta giovanile di Valdobbiadene.
Sostengono il progetto: Banca Prealpi SanBiagio, Seit Elettronica, Trattoria alla Cima, Confraternita di Valdobbiadene e le cantine Bisol, Bortolin Angelo, Bortolomiol, Col Vetoraz, Fasol Menin, Produttori Valdobbiadene, Valdo Spumanti, Villa Sandi.
Media Sponsor: Vulcano. Media Partner: Blues in Villa, Veneto Jazz, Strada del Prosecco e Vini dei Colli di Conegliano Valdobbiadene e Hospitality Partner: Ca’ Natalia, Hotel Diana, La Casetta.
Adriana Rasera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.