AL VIA IL PROGETTO “ADOTTA LA CURA”

Donazioni per l’Onlus trevigiana che opera per i malati terminali da oltre 30 anni

TREVISO – 25.000 giornate di assistenza all’Hospice Casa dei Gelsi e a domicilio, 850 colloqui di orientamento alle famiglie, 1100 colloqui di elaborazione del lutto. Ogni anno. Questa è l’Advar, che con passione e umanità, da più di 30 anni, a domicilio e in Hospice si prende cura delle persone malate oncologiche inguaribili, accompagnandole con rispetto e dignità fino all’ultimo tratto di strada, garantendo ai familiari un adeguato sostegno umano.

Tutto ciò non sarebbere possibile senza la solidarietà che arriva dalle persone attraverso le donazioni.

Da oggi, chi vorrà sostenere la nobile causa portata avanti da Anna Mancini Rizzotti e dai tanti operatori e volontari potrà farlo anche con un piccolo contribuito di 10 euro o 30 euro al mese versato in modo automatico e continuativo attraverso CentroMarca Banca che ha deciso di sostenere il progetto ADOTTA LA CURA. In questo modo, chiunque, e con assoluta comodità, potrà con una cifra mensile partecipare al sostegno e al mantenimento dei servizi assistenziali ai cittadini offerti da Advar.

“Siamo grati a CentroMarca Banca ed in particolare al Presidente Tiziano Cenedese e al Direttore Generale Claudio Alessandrini per aver voluto far parte del nostro progetto Adotta la Cura, dimostrando di essere in prima linea a fianco di chi aiuta chi è in difficoltà – fa sapere la Presidente di Advar Anna Mancini Rizzotti – Un esempio di sentita responsabilità sociale che spero possa essere seguito dai cittadini per non far fermare l’ADVAR, ma anzi, per poter garantire un aiuto continuativo alle persone malate. Con impegno e convinzione sempre: 365 giorni all’anno, 24 ore su 24”.

“Ringraziamo Advar per il suo prezioso operato e sosterremo il progetto ADOTTA LA CURA – commenta il Direttore Generale di CentroMarca Banca Claudio Alessandrini – attraverso le nostre 35 Filiali. I nostri Collaboratori si metteranno a disposizione di chiunque voglia donare. Siamo a fianco di Advar in quanto ha dimostrato da sempre la sua concretezza e la sua determinazione nell’offrire alla comunità trevigiana un sostegno amorevole per i malati terminali e le loro famiglie” conclude Claudio Alessandrini.

“Ci accomuniamo volentieri a questa ideale cordata, promuovendo ADOTTA LA CURA – fa sapere il presidente di CMB Tiziano Cenedese – L’impegno del nostro Istituto verso il territorio incontra quello di Advar in un progetto di sostegno a carattere continuativo, tenendo fede alla propria mission che si traduce ogni giorno nel prestare attenzione alle esigenze della Comunità, dando continuità, da oltre 30 anni, ai progetti assistenziali come questo”

Le assistenze dell’Advar contemplano il prendersi cura a 360 gradi di ogni persona che abbia necessità.

 

“L’approccio olistico delle Cure Palliative – continua la Presidente dell’Advar Anna Mancini Rizzotti- considera la relazione il punto focale dell’assistenza, considerando la sofferenza nella sua globalità: fisica, psico-emotiva, spirituale, per migliorare la qualità della vita sia del paziente che dei familiari, garantendo la DIGNITA’ lungo tutto il percorso di malattia sino all’ultimo istante”.

Aderire al progetto ADOTTA LA CURA è facile: sarà sufficiente recarsi agli sportelli delle 35 Filiali di CMB; si potrà effettuare una donazione di 10 euro o 30 euro al mese, oppure destinare una cifra a propria scelta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.