L’ISOLA DI SAN SERVOLO RIAPRE AL PUBBLICO NEI WEEKEND DI GIUGNO

Visitabili il Museo della follia e la chiesa settecentesca
VENEZIA – L’isola di San Servolo riapre i suoi servizi alla cittadinanza e ai turisti che stanno tornando a visitare la città di Venezia e le sue bellezze artistiche e naturali.

Da sabato 13 giugno e per tutti i fine settimana di giugno sarà aperto al pubblico il Museo della Follia, con orario 10 – 17 (biglietto intero euro 6, ridotto euro 4,5 per gli over 65 e per tutti i residenti in Città metropolitana di Venezia, gratis per i ragazzi fino a 14 anni accompagnati). Lo spazio espositivo conserva numerosi reperti appartenuti all’ospedale psichiatric,o che raccontano una storia singolare e a tratti curiosa di quando la follia era reclusa e incompresa. Sarà possibile visitare anche la bellissima chiesa del ‘700 chiamata dai veneziani “chiesa dei due campanili” con dipinti di Jacopo Marieschi e l’antica farmacia attiva in isola dal 1716 con i Padri Ospedalieri di San Giovanni di Dio, meglio conosciuti come Fatebenefratelli, esperti farmacisti e medici.


Nei fine settimana riapre in isola anche l’attività ricettiva offrendo ai primi ospiti, che stanno prenotando numerosi, le camere migliori recentemente restaurate per godere a Venezia di un soggiorno fatto di pace e serenità immersi nel parco dell’isola, uno dei più grandi e meglio curati dalla città. Con l’occasione sarà aperta ai visitatori la nuova caffetteria, anch’essa recentemente rivisitata con soluzioni di design. Caffè, cappuccino, brioche e tramezzini saranno a disposizione negli ampi spazi esterni dove comodamente godere di una pausa con vista sul parco.
“Finalmente riapriamo l’isola – commenta soddisfatto Andrea Berro, amministratore unico di San Servolo srl, ente gestore dell’isola – che grazie alla volontà espressa dal sindaco Luigi Brugnaro, è lieta di contribuire al risveglio attivo e propositivo della città di Venezia: struttura ricettiva, museo, parco e caffetteria saranno aperti in attesa di procedere, speriamo molto presto, anche con l’attività congressuale”

L’isola grazie alla collaborazione con il Gruppo AVM/Actv e il Comune di Venezia non è mai stata scollegata da Piazza San Marco e dal 10 giugno il numero delle corse della linea Actv n. 20 aumenteranno coprendo tutto l’arco della giornata: primi vaporetti alle 8,30, 9,30, 11,30 per poi proseguire fino all’ultima corsa delle 19,50.

In ottemperanza a quanto previsto a livello nazionale e regionale in materia di contenimento della pandemia e gestione dell’emergenza Covid-19, i visitatori saranno tenuti ad indossare le proprie mascherine quando non potranno mantenere la distanza interpersonale di un metro e seguire le indicazioni del personale ed eventualmente sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Ogni ambiente e i servizi igienici sono periodicamente sanificati.

Per una corretta gestione dei flussi, è gradita una telefonata chiamando il 041 2765001 o inviando una mail di conferma presenza a [email protected]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.