Vicenza, stretta su parcheggiatori abusivi e accattoni

Vicenza – Giro di vite contro parcheggiatori abusivi e mendicanti molesti, a Vicenza. Una presa di posizione dell’amministrazione comunale, decisa anche in seguito alle segnalazioni dei cittadini, stanchi di essere importunati. Nei giorni scorsi la polizia locale ha presidiato il territorio con le pattuglie antidegrado, ma anche con personale in abiti civili e, nella sola giornata di giovedì 6 dicembre, le multe staccate sono state cinque.

La prima sanzione, di 771 euro, è stata elevata nei confronti di un cittadino nigeriano, pizzicato a fare il parcheggiatore abusivo in via Bedeschi. Inoltre, come previsto dal Decreto sicurezza, che inasprisce le sanzioni amministrative e aggiunge quelle penali in caso di comprovata molestia, all’uomo è stato intimato di allontanarsi immediatamente.

Prima di mezzogiorno, poi, i controlli hanno portato a multare, per accattonaggio al park Canove, un cittadino romeno, il quale è stato ordinato di allontanarsi. Poco dopo, però, ad un secondo controllo, lo stesso uomo è stato scoperto di nuovo a chiedere l’elemosina e, per questo, sanzionato una seconda volta, raggiungendo, in totale, i 100 euro di multa. Altri 100 euro gli sono stati comminati per l’inosservanza dell’ordine di allontanamento. Ma non è tutto, perché la stessa persona è stata infine scoperta a mendicare, anche nel pomeriggio. Ai sensi del Decreto sicurezza, l’uomo è stato dunque multato per 300 euro, e il suo nome sarà comunicato al questore per l’emissione del foglio di via da parte del Comune di Vicenza.

Due le multe che hanno colpito un cittadino romeno, accusato di accattonaggio in contra’ Vescovado, prima, e in piazzetta del Duomo, successivamente. A suo carico anche una sanzione per non essersi allontanato, come prescritto dagli uomini della polizia locale dopo la prima sanzione. Nel pomeriggio altri due cittadini dell’est Europa sono stati sanzionati con 771 euro ciascuno per essere stati sorpresi a vestire i panni dei parcheggiatori abusivi al parcheggio di via Rodolfi.

“E’ una questione di decoro urbano – ha evidenziato il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco – ma anche di sicurezza, per mettere la parola fine a episodi di insistenza, e talvolta di vera e propria aggressione, in particolare nei confronti degli anziani, che è nostro dovere tutelare con decisione. Siamo ben consapevoli che difficilmente queste sanzioni saranno pagate, ma non per questo sono inutili, perché anzi integrano il «curriculum» negativo di persone sbandate, con l’obiettivo di arrivare ad allontanarle definitivamente dalla nostra città”.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.