MARIA CRISTINA PIOVESANA DEBUTTA COME VICEPRESIDENTE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA

L’imprenditrice trevigiana alla presentazione del Rapporto Ispra
TREVISO – Prima uscita pubblica nelle vesti di vicepresidente nazionale di Confindustria per Maria Cristina Piovesana. L’imprenditrice trevigiana, attuale leader di Assindustria Venetocentro e, prima, di Unindustria Treviso, ha partecipato nel nuovo ruolo alla presentazione del Rapporto 2020 sui rifiuti speciali dell’Ispra, l’Istituto per la protezione e la ricerca ambientale. Nella squadra del neopresidente di viale dell’Astronomia, Carlo Bonomi, in carica dal 20 maggio scorso, infatti, Piovesana detiene le deleghe all’ambiente e alla sostenibilità.
Nell’incontro tenutosi in videoconferenza, si è confrontata con esperti e rappresentanti istituzionali, tra cui il ministro per l’Ambiente Sergio Costa. Nel suo intervento ha ribadito che “se oggi c’è una speranza e una prospettiva positiva per l’ambiente, per la sostenibilità, per l’economia circolare, quella speranza si chiama industria” e, citando i numeri del dossier Ispra, ha ricordato come proprio la chiusura di molte aziende durante la pandemia, abbia portato al blocco del recupero e del riciclo di molti rifiuti: “Ciò dimostra – ha continuato – come l’industria manifatturiera, grazie alla diffusione capillare del modello di economia circolare, contribuisce un modo decisivo a mantenere in equilibrio il ciclo dei rifiuti garantendo uno sbocco virtuoso a quantità crescenti di materiali provenienti dagli scarti delle attività produttive e dai rifiuti urbani”.
Piovesana ha confessato anche un pizzico di emozione per questo esordio: “Ma quella mi accompagna sempre, in ogni occasione in cui sento la responsabilità di non rappresentare solo me stessa, ma un mondo imprenditoriale ben più ampio. E questo è un bene perchè mi spinge a dare il meglio ed a impegnarmi sempre di più”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.