I PARCHEGGI A TREVISO RESTANO GRATIS DALLE 17 DAL MERCOLEDÌ AL VENERDÌ

Dal primo giugno, negli altri orari, torna la sosta a pagamento
TREVISO – Tornano a pagamento i parcheggi di Treviso, ma con una non secondaria eccezione. Il Comune manterrà libera la sosta dalle 17 alle 20 il mercoledì, il giovedì e il venerdì.
Dopo i due mesi e mezzo di sospensione a causa dell’emergenza Covid, dal primo giugno il posteggio in centro storico si pagherà di nuovo. Ca’ Sugana, tuttavia, ha deciso di conservare una fascia oraria gratuita nelle tre giornate fino a fine anno. E, a differenza, del regime straordinario precedente, l’esenzione varrà per tutti gli stalli blu della città, comprese piazza Duomo, Vittoria e Matteotti.
Il vicensindaco Andrea De Checchi, con delega alla mobilità, spiega le ragioni del provvedimento: «Abbiamo pensato ad un provvedimento per aiutare le attività nelle fasce orarie dei giorni feriali in cui la cittadinanza si reca solitamente in centro storico per fare acquisti», le parole del vicesindaco di Treviso Andrea De Checchi. «Con la riapertura delle attività e degli uffici, se da un lato è necessario anche riabituarsi al pagamento degli stalli blu, dall’altro, compatibilmente con le esigenze di bilancio e le convenzioni in essere con Apcoa Parking, abbiamo voluto proseguire sulla strada del sostegno al nostro tessuto economico almeno fino alla fine del 2020. La soluzione è stata condivisa con tutte le associazioni del settore».
Gli orari sono stati concordati con commercianti e artigiani e sono stati studiati per evitare che qualcuno ne approfitti per occupare il posto per un tempo troppo lungo: in quest’ottica, ad esempio, è stato scartato il sabato pomeriggio, perchè le vetture non rimanessero posteggiate fino al lunedì successivo. 
L’impegno economico, per il Comune, è cospicuo: tra i mancati introiti dei mesi scorsi, quelli per le nuove fasce gratis e il corrispettivo da riconoscere comunque ad Apcoa, la società che gestisce i parcheggi cittadini, l’esborso si aggira dai 400 ai 500mila euro.
Se gli esiti saranno positivi, comunque, l’amministrazione non esclude di rendere definitivo l’azzeramento della tariffa nei tre pomeriggi.
Anche se gratuita, avverte De Checchi, la sosta non dovrà essere selvaggia: “Il fatto di non pagare, non deve far pensare a qualcuno che si possa parcheggiare come si vuole, anche in modo disordinato”. Non saranno tollerati, ribadisce il sindaco Mario Conte, soprattutto comportamenti come parcheggi sui marcipiede, piste ciclabili, attraversamenti pedonali, che finiscono per danneggiare specialmente chi ha difficoltà di movimento.
Dal mese prossimo inoltre torneranno in funzione, con i consueti orari, anche i varchi Ztl: pure in questo ambito, però, il Comune ha allo studio nuove misure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.