PRIMI MAXI PRESTITI CON GARANZIA STATALE ALLE INDUSTRIE DI MARCA

Breton ottiene 25 milioni da Intesa Sanpaolo
PADOVA – Anche nella Marca arrivano in porto i primi finanziamenti di elevate entità per le grandi aziende, garantiti dallo Stato attraverso la Sace, società del gruppo Cassa depositi e prestiti.
Breton Spa, azienda di Castello di Godego, in provincia di Treviso, leader a livello mondiale nella produzione di macchine per la lavorazione della pietra naturale, dei metalli e impianti per la pietra composita, ha ottenuto da Intesa Sanpaolo di 25 milioni di euro.
Il finanziamento, come previsto dal Decreto Liquidità, è finalizzato a sostenere il costo del personale, a finanziare gli investimenti e sostenere il circolante.
“È una soddisfazione essere riusciti a stipulare in tempi rapidi questo contratto di finanziamento con Intesa Sanpaolo, assistito da garanzia Sace. – dichiara Luca Toncelli, presidente di Breton S.p.A.-. L’operazione stipulata costituisce per la nostra azienda uno strumento importante per gestire l’attuale fase di ripartenza e i prossimi difficili mesi, pure sostenendo gli investimenti che abbiamo in programma, confidando che i mercati internazionali possano riprendere un ritmo soddisfacente in tempi non troppo lunghi”.
“Proseguiamo in un’attività di sostegno alle imprese sul territorio, con tutte le misure messe a disposizione dal decreto liquidità – sottolinea Renzo Simonato, direttore regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige del gruppo bancario -. L’operazione stipulata con Breton, con la garanzia di Sace, evidenzia la vicinanza del nostro gruppo alle imprese in questo contesto difficile. Intesa Sanpaolo è stata la prima banca italiana a sottoscrivere il protocollo di collaborazione con Sace per sostenere finanziariamente le imprese danneggiate dall’emergenza Covid-19 e, in particolare, quella con Breton è la prima operazione da noi finalizzata in Veneto”.
Altri due finanziamenti con questa formula sono stati erogati la settimana scorsa da  Unicredit. A beneficiarne due aziende del Nordest, di cui una della provincia di Treviso, operanti nel settore socio- sanitario e nella filiera dell’automobile, per un importo totale di 15 milioni di euro. Spiega Luisella Altare, Regional Manager Nord Est di UniCredit: “Tali operazioni testimoniano l’impegno di UniCredit nel supportare le imprese del Territorio. Oggi sentiamo ancor di più la responsabilità di continuare a garantire tutto il nostro sostegno all’economia del Paese, favorendo la riattivazione di nuovi percorsi di crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.