FONDAZIONE LEVI: APPROFONDIMENTI SU LUDWIG VAN BEETHOVEN

250° anniversario della nascita del compositore tedesco
VENEZIA – I primi 4 incontri del programma “la Levi si racconta”, saranno quattro dialoghi tra musicisti e musicologi che si confronteranno su diversi temi riguardanti la musica e la vita del compositore tedesco impreziosite da brevi esecuzioni del repertorio beethoveniano.Il 22 maggio alle 18.00 è il momento di Michele Campanella e Sandro Cappelletto, un pianista e un critico musicale, che partendo dalla nota frase “L’arte, soltanto lei mi ha trattenuto” parleranno della vita di Beethoven e di come la sua sordità fosse diventata un handicap a livello sociale, ma un mezzo per giungere a nuove conquiste a livello compositivo.Per il 29 maggio sono previsti due appuntamenti molto diversi tra loro: alle 18.00 Letizia Michielon ci parlerà del rapporto tra il musicista tedesco e il poeta Friedrich Schiller e del lungo processo creativo che condusse all’inserimento dell’Ode alla Gioia nel finale della IX Sinfonia; subito dopo alle 18.30 il compositore Paolo Troncon proporrà un movimento di una delle ultime Sonate di Beethoven attraverso una analisi musicale puntuale e guida all’ascolto svolte con l’aiuto della partitura digitale.
Chiude questo ciclo di conversazioni beethoveniane, il 5 giugno sempre alle 18.00, il flautista Enzo Caroli che, insieme a Roberto Calabretto, esplorerà la musica per flauto nelle composizioni di Beethoven.I programmi de’ “la Levi si racconta”, continueranno fino alla fine di luglio, sulla pagina facebook dedicata, ma anche sul sito istituzionale www.fondazionelevi.it .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.