Complici di Yanukovich, truffatori e criminali – chi aiuta a Mikhail Brodsky e Nasirov tornare nella politica

Durante le ultime settimane uno degli “eroi” nello spazio mediatico ucraino e’ diventato uomo d’affari in disgrazia e l’ex ufficiale Mikhail Brodsky, che ha deciso di prendere d’assalto l’Olimpo politico dell’Ucraina. Ma per ora, l’unica cosa che riesce a fare è aumentare il numero degli scandali.

Recentemente è stato annunciato l’inizio pre-elettorale del nuovo partito politico di Brodsky “Avanti, regioni!”. Il tour agitazionale del partito “Avanti, regioni!” nella fattoria di maiali a Chuguev, regione di Kharkov, si è trasformato in un vero e proprio zimbello. Li Brodsky ha detto cosi tante sciocchezze che non hanno fatto ridere nemmeno i maiali. Nella campagna elettorale tutto si risolve non solo con i soldi.

Inoltre, Brodsky sta cercando di convincere e portare nella sua squadra noti politici attuali, ad esempio Dmitry Dobrodomov, sta cercando di ristabilire la sua reputazione dopo la scandalosa pubblicazione della decisione della corte distrettuale del quartiere Obolon di Kiev, in cui si parla dell’evasione fiscale della sua azienda di 4 miliardi di UAH, offrendo agli ucraini una ambigua ” festa di pallacanestro”, e sostiene anche KFC nello scandalo dell’apertura di locale nell’edificio della Camera dei sindacati, e dopo una raffica di critiche rimuove il suo post. Non è il miglior sfondo per l’inizio della campagna elettorale.

Ma tutto questo non è niente rispetto al fatto che tra i soci di Mikhail Brodsky, di solito ci sono solo le persone odiose – complici del presidente in fuga Viktor Yanukovych, speculatori internazionali e persino rappresentanti del mondo criminale.

Brodsky è molto vicino all’ex primo vice primo ministro dei tempi della presidenza di Yanukovich, Andrei Klyuev.

“Brodsky si è impegnato così tanto a costruire le relazioni con Andrei Klyuev, ha affittato gratuitamente il suo sito Observer, dimostrando che è uno strumento molto efficace per le pubbliche relazioni del riformatore”, ha affermato all’epoca il giornalista Sergey Leschenko.

In cambio, nel 2010, Klyuev ha preso Brodsky sotto la sua ala, nominandolo il presidente del Comitato statale per questioni della politica di regolamentazione e imprenditorialità.

A quel tempo, Brodsky piu’ volte ammirava pubblicamente Klyuev, mentre i giornalisti scrivevano che il funzionario vuole solo mettersi in mostra d’avanti ad un capo potente. Una volta Brodsky ha raccontato della sua visita a casa di Klyuev.

“Dopo la festa dell’anno nuovo, il 3 gennaio, ho visitato Andrei Petrovich Klyuev. Abbiamo discusso questioni relative al lavoro del Ministero dello sviluppo economico e alla deregolamentazione. Abbiamo fatto una lunga camminata e poi Andrei Petrovich mi ha invitato a prendere un tè con lui. Siamo entrati in casa e me l’ha mostrata tutta. Mi ha portato in palestra li c’era un sacco da boxe e qualche buono attrezzo. Andrei Petrovich ha raccontato che si allena e va a correre ogni giorno “, ha scritto Brodsky nel suo blog. – ” Poi siamo entrati nella hall, dove c’era un pianoforte. Ho chiesto: “E chi suona il piano?” E in quel momento Andrei Petrovich si siede e … inizia a suonare Mozart. Sono rimasto sorpreso … A dire il vero, Klyuev mi ha sconvolto”.

Ecco un’altra storia.

“Passeggiavamo con Klyuev lungo Kreshchatik. Lui molto sportivo, e io … Mi vergognavo di me stesso. Pecio’, mi metto a dieta “, ha scritto Brodsky su Facebook.

Pero’ nel 2014, Klyuev è fuggito dal paese, e Brodsky è stato dimesso subito dal suo incarico a causa della lustrazione. L’oltraggioso uomo d’affari e’ sparito nell’ombra, pero’ non perdendo il legame con Klyuev. Fonti del parlamento affermano che l’ex-capo dell’amministrazione di Yanukovych sta aiutando a Brodsky a prepararsi per le elezioni del 2019. La cosa incredibile è che il nuovo partito di Brodsky ha un nome simile al Partito delle Regioni, nella creazione di cui a suo tempo ha preso parte Andrei Petrovich.

Dopo l’Euromaidan, la carriera politica di Brodsky si è conclusa e il business, costruito su schemi fiscali, poteva finire in qualsiasi momento. Si parla di miliardi di grivna. Brodsky aveva bisogno di sostegno. Quale l’ha trovato nella persona del capo del Servizio Fiscale di Stato, Roman Nasirov. Quest’ultimo, quando era a capo della SFS, e’ diventato noto come truffatore e ricevente della quota dai diversi frodi fiscali. Nasirov ha chiuso un occhio sul mancato pagamento delle tasse da parte delle società di Brodsky e l’ultimo da sua parte divideva tutto con il partner. Quando NABU (Ufficio nazionale anticorruzione dell’Ucraina) ha beccato il capo, accusando per corruzione, Brodsky ha dato il sostegno al suo compagno – ha lanciato la campagna di ristabilimento di Nasirov. All’inizio del 2018, molti media hanno scritto che il capo della SFS vuole acquistare Observer e Oboz TV.

“I soldi con I quali Nasirov vuole acquistare i media di Brodsky provengono da tangenti che ha pagato Onishchenko “, ha scritto NewsOne indicando le sue fonti.

NABU ritiene che Nasirov durante il periodo 2015-2016, agendo nell’interesse del deputato Onishchenko abbia personalmente preso una serie di decisioni illegali riguardanti la rata di debito fiscale e obbligazioni a tre società. Queste decisioni sono state prese da lui in assenza di giustificazioni e motivi legali, che hanno causato danni allo stato per circa 2 miliardi di dollari. Una parte di quali si è depositata sui conti di Nasirov.

Tuttavia, l’ex capo della SFS non ha acquistato le media risorse di Brodsky. Nasirov ha ricevuto l’accesso temporaneo a essi a stima reciproca. A suo tempo ha aiutato a Brodsky a prendere la quota nella società BRSM-Nafta. L’ex ministro di Yanukovich Eduard Stavitsky, che ora vive in Israele, ha un rapporto diretto con questa rete di stazioni di servizio. La metà della società era stata precedentemente registrata a nome dalla suocera dell’ex ministro Valentin Ushakov, di seguito tutto e’ stato nascosto all’esero. L’ altra parte appartiene all’uomo d’affari Andrey Biba, figlio di Vasiliy Biba, l’ex deputato del Partito delle Regioni, che ha creato la rete, ma poi ha condiviso la sua attività con il funzionario. Da settembre del 2016, fratello di Mikhail Brodsky improvvisamente è diventato il capo di Nafta-BRSM S.r.l, e la famiglia Brodsky ha ricevuto una quota nel business. Brodsky non avrebbe potuto fare una cosa del genere senza l’aiuto di Nasirov. E, soprattutto, la storia della frode intorno al BRSM-Nafta ha permesso a loro di stabilire le relazioni con i truffatori internazionali, dando non solo i profitti, ma anche I bonus politici – in particolare, l’accesso al Partito Repubblicano degli Stati Uniti.

Dopo Maidan, Eduard Stavitsky e’ fuggito in Israele, dove ha ricevuto la cittadinanza. Meta della quota in BRSM-Naft ha ceduto a offshore Melian Manamegent di Belize, e nell’ottobre del 2014 e’ stato annunciato che un investitore straniero si era unito ai fondatori della BRSM. In particolare, uno sconosciuto fondo di investimento olandese FreezeOil Fund, fondato da Rudder Piper, ha dichiarato di aver acquisito un pacchetto significativo della rete BRSM-Nafta (in realtà, FreeholdOil possedeva l’offshore Melian Manamegent di Belize). L’accordo avrebbe dovuto aiutare la compagnia ucraina a liberarsi dello status di risorsa dalla circonda di Eduard Stavitsky, che è nella lista dei ricercati. Piper è stato infatti indicato come beneficiario di BRSM-Nafta S.r.l, ma già nel 2016 metà del capitale autorizzato di questa società è stato emessa alla società a Kiev Freeze Oil Group S.r.l. creata recentemente, costituita dalla società offshore Argento Invest di Belize. I media ucraini hanno quindi tracciato un chiaro legame tra Stavitsky e la direzione di questa società, così come altri membri del gruppo BRSM.

(Immagine: Informazioni dettagliate su persona giuridica)
Nome completo della persona giuridica e abbreviato se il tale c’e’: SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA BRSM-NAFTA (BRSM-NAFTA S.r.l)
Elenco dei fondatori (partecipanti) della persona giuridica, compreso cognome, nome, patronimico, se il fondatore è persona fisica; nome, ondirizzo e codice fiscale della persona giuridica, se il fondatore è una persona giuridica:
AZIENDA MELIAN MANAMEGENT LTD.
Indirizzo del cliente MARKET SKVER 60, (MARKET SQUARE 60), A.C . 1906, CITTA BELIZE, BELIZE
L’apporto al fondo statutario (UAH): 350000.00
PROPRIETARIO FINALE BENEFICIARIO(REGOLATORE) – PIPER ROLAND NP8R8RR74, REGNO DEI PAESI BASSI.
L’apporto al fondo statutario (uah): 0.00
SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA FREEZE OIL GROUP
Codice fiscale del fondatore: 40573691
Indirizzo del fondatore: 01042, Kiev, quartiere di Pechersk)

Il fatto che Stavitsky non ha venduto niente a nessuno e resta in BRSM-Naft ha raccontato in un’intervista il suo socio in affari Andrey Biba. Nel 2016 tra i partner è scoppiato un conflitto e hanno cominciato a dividere I loro affari nei tribunali.

“A metà febbraio del 2016, è stata presa una decisione reciproca di dividere il business a metà, per questo c’erano diverse ragioni. Quando Stavitsky era l’unico partner, abbiamo sempre trovato comprensione e non c’era nessun tipo di controversia. Quando ha dato la sua quota, o, diciamo, sono entrati nuovi partner tutto è diventato molto più difficile. Questa è una fondazione di FreezeOil, ovvero ci sono Piper e Bolotin. Penso che l’iniziatore e il generatore di tutte idee sia Bolotin “, ha dichiarato Biba.

Cioè, Stavitsky ha assunto l’olandese Roland (Rule) Piper e il russo Daniel (Yevgeny) Bolotin per prendersi la metà dei diritti da Biba. Comprendendo che non può farlo in modo legale, l’ex ministro dei tempi di Yanukovich, ha tirato in mezzo i famosi truffatori.

Nel 2007, in Russia e’ scoppiato uno scandalo con il progetto di assemblaggio di velivoli leggeri Eclipse 500 da parte dell’ETIRC Aviation, fondata da Piper e Bolotin a Ulyanovsk. Il progetto è stato realizzato con i soldi di Sviaz-Bank, che ha fornito un prestito di 150 milioni di dollari. Ovviamente, Piper e Bolotin non hanno costruito nessun aereo – Eclipse Aviation è andato rapidamente in bancarotta e il prestito non è stato restituito a Sviaz-Bank. Lo stato russo ha speso 142 miliardi di rubli per aiutare Sviaz-Bank. Bolotin è anche conosciuto in Russia come autore di schemi sofisticati nel furto di denaro pensionistico.

Come presidente di ETIRC, Piper nel 2009 è apparso in Ucraina, cercando di promuovere il progetto Eclipse Aviation nel nostro paese. Ma non è andato oltre le discussioni, dopo di che di Piper in Ucraina non si e’ sentito parlare affinche’ il truffatore non e’ stato presentato al Ministro del Petrolio ed Energia dell’epoca Eduard Stavitsky.

I giornalisti dell’autorevole rivista olandese QUOTE in Europa hanno ripetutamente esposto gli accordi illegali di Piper, che hanno causato danni alle economie nazionali dei diversi paesi. Solo i suoi debiti verso gli investitori americani ammontano a oltre 10 milioni di dollari. Inoltre, è sospettato di frode con gli investimenti della popolazione nei fondi pensionisctici PGGM e ING negli Stati Uniti e in Europa, nonché nei rapporti con il mondo dei “ladri”. ” Il 9 dicembre del 2015, la rivista QUOTE ha pubblicato l’articolo sotto il nome “Proprietà di Piper viene arrestata in tutto il mondo”, e il 2 febbraio del 2016, QUOTE ha pubblicato l’articolo “Roel Piper ha 1-2 miliardi di dollari per acquistare società in Ucraina” con riferimento alla pubblicazione in piccolo quotidiano olandese De Telegraaf sotto nome “Piper compra la metà dell’Ucraina”, in cui viene detto che il fondo Freeze Oil e’ stato creato per servire il business di Stavitsky.

Eppure né l’ufficio né l’investimento di Freeze Oil l’Ucraina, ha mai ricevuto, il fatto è stato persino discusso dal Ministero dello Sviluppo Economico. Allo stesso tempo, Piper ha affidato la gestione del fondo Freeze Oil ad un certo Alexander Livshits, che e’ stato visto negli schemi di corruzione dei maggiori funzionari del regime di Yanukovich, in particolare Eduard Stavitsky, e ha anche legami commerciali con circoli criminali russi, ossia con l’autorità criminale, soprannominato Recha “. La domanda è: perché i servizi speciali dell’Ucraina non si sono ancora interessati alle attività di Stavitsky e Piper, che, insieme a Bolotin, ha un rapporto diretto con il capitale, collegato a FSB attraverso Sviaz-Bank bancarotta.

A proposito, è stato proprio Bolotin alla fine del 2014 a aiutare Stavitsky a fuggire dall’Ucraina e ottenere illegalmente un passaporto israeliano per evitare la giustizia in Ucraina dopo la Rivoluzione della Dignità. Al momento, sono partner di numerosi progetti commerciali in Russia. Ciò conferma la indagine del detective privato israeliano Richard Ben Haim, pubblicato su The Times of Israel il 28 gennaio 2015.

Quindi, questa compagnia ha cercato di portare via la BRSM-Naftu da Andrey Biba. Una procura fraudolenta del notaio italiano Salvatore Claudio ha permesso ai truffatori di trasferire la proprietà. Quest’ultimo ha già scritto una dichiarazione alla polizia riguardante questo. E anche se, secondo i documenti, Stavitsky ei suoi complici ha registrato la compagnia su se stesso, non ha potuto ottenere un controllo effettivo su metà delle stazioni di servizio.

E qui entrano in gioco Brodsky e Nasirov. Ricordiamo che gli scandali attorno alla rete di stazioni di servizio BRSM-Nafta non finiscono dal 2015. Dopo un incendio nel deposito di prodotti petroliferi nella regione di Kiev, le autorità hanno dato il via libera per indagare sulle frodi fiscali della rete di stazioni di servizio di Stavitsky. Inizialmente, hanno riscontrato violazioni nell’evasione fiscale per 1,2 miliardi di UAH. Dopo di ciò, c’erano procedimenti che la rete di stazioni di servizio stava vendendo carburante diluito, ma i casi sono stati chiusi.

Dopo che Stavitsky è fuggito, alcune persone vicine al nuovo governo hanno messo gli occhi sulla rete di stazioni di servizio. In BRSM è stato anche annunciato un tentativo di sequestro da parte di Nasirov, ma l’SFS ha avuto un ottima argomentazione: il mancato pagamento delle tasse.

Nel novembre del 2016, SFS di Nasirov ha chiuso le stazioni di servizio e le basi petrolifere BRSM-Nafta, accusando la società per l’elusione del pagamento di circa 1 miliardo di uah di tasse. Tuttavia, presto L’Agenzia delle Entrate ha lasciato la compagnia in pace. Secondo fonti del mercato, molti media hanno scritto su questo argomento, e Stavitsky ha chiesto a Brodsky, che conosce dai tempi di Yanukovich, di raggiungere un accordo con Nasirov per “chiudere” la questione fiscale.

Hanno concordato rapidamente con profitto per tutti. L’Agenzia delle Entrate ha iniziato piano piano a chiudere i casi contro i BRSM, Nasirov ha ricevuto una buona ricompensa finanziaria per questo, e il fratello di Mikhail Brodsky, Yevgeny, è entrato nella direzione di BRSM-Nafta e nella società collegata Naftezahid. Dopo che Yevgeny Brodsky si è unito alle compagnie petrolifere, Freeze Oil ha annunciato il loro campionato per coppa di basket, che si è concluso alla fine di febbraio di quest’anno. L’evento si è svolto in concomitanza con la Federazione di basket dell’Ucraina, dove Mikhail Brodsky e’ il presidente onorario. L’evento è stato attivamente discusso dal sito web Observer, associato anche alla famiglia Brodsky.

Nome dell’azienda BRSM-NAFTA
Codica fisale 31826526
Indirizzo 22102, Regione di Vinnitsa, citta Koziatin, VIA BILOTSERKIVSKA, 7
Persone autorizzate BRODSKY EVGEN YURIYOVYCH- direttore dal 23.09.2016 (LIMITAZIONE DELLA RAPPRESENTANZA IN CONFORMITÀ CON PAR.3 PARTE 13.7.4 DELLO STATUTO )
Fondatori AZIENDA MELIAN MANAMEGENT LTD.
Indirizzo del cliente **** MARKET SKVER , (****MARKET SQUARE), A.C . ****, CITTA BELIZE, BELIZE
L’apporto al fondo statutario (UAH): **** **
SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA FREEZE OIL GROUP
Codice fiscale del fondatore: 40573691
Indirizzo del fondatore: ****, Kiev, quartiere di Pechersk, VIA PATRIS LUMUMBA, ****, PROPRIETARIO FINALE BENEFICIARIO (REGOLATORE) – PIPER ROLAND NP****R****RR****, REGNO DEI PAESI BASSI

Tuttavia, l’idillio per i partecipanti della truffa non è durato a lungo. Nel marzo del 2017, il capo della SFS è stato detenuto nell’ospedale a Feofania durante la retata nell’ambito dell’indagine sul gas di Onishchenko. Il 7 marzo del 2017, il tribunale distrettuale del quartiere di Solomensk di Kiev ha preso in custodia Nasirov nel corso dell’indagine preliminare. Il 16 marzo, la moglie del funzionario ha pagato la cauzione di 100 milioni di grivna. Secondo i nostri dati, una parte di questa somma è stata data da Stavitsky e Brodsky. Si sa – senza Nasirov a capo della SFS, entrambi potrebbero avere problemi piu’ gravi. In pratica cosi è successo. Nasirov anche se è stato rilasciato, non è stato rimosso dalla leadership della SFS. Più tardi, L’Agenzia delle Entrate guidata da Miroslav Prodanom dichiarerà che BRSM-Nafta doveva lo stato 2 miliardi di UAH di tasse, e la corte addebiterà a Brodsky un debito fiscale di quasi 4 miliardi di UAH.

Dopo la “caduta”, Nasirov e Brodsky hanno deciso che il modo migliore per proteggere il rubato e non andare in prigione è entrare in politica. Brodsky ha iniziato a prepararsi per le elezioni parlamentari e locali, e Nasirov si e’ diretto verso la presidenza. È chiaro che né nel parlamento né nella presidenza non entreranno’, ma durante la campagna elettorale è possibile “stabilirsi” tra i favoriti , per contare in futuro, se non sui posti governativi, ma almeno ricevere l’immunità dall’accusa. Brodsky e Nasirov hanno un argomento serio con il quale possono trionfare nei negoziati.

Nel febbraio del 2017, prima delle avventure a Feofaniya, Nasirov ha partecipato all’inaugurazione di Donald Trump, che ha avuto un enorme impatto nella comunità. Quanto pare perché un ufficiale ucraino dovrebbe pagare 250 mila di dollari per l’opportunità di avvicinarsi a Trump, e poi dove prenderebbe quei soldi. Il ministro per la gestione e il bilancio Alexander Danilyuk si è persino rivolto a NACP (Agenzia nazionale su questioni di anticorruzione) e NABU con la richiesta di analizzare la visita del capo della SFS negli Stati Uniti. Nasirov si giustificava – la partecipazione all’inaugurazione e’ stata su invito di amici e in quel momento era in vacanza.

Altri dettagli sono stati poi rivelati dal deputato del “Partito radicale” Andrey Artemenko, in seguito privato della cittadinanza ucraina.

“Ho visto Nasirov, so come è arrivato qui, è stato invitato da un mio conoscente della Florida che era responsabile per la direzione della sede di Trump a Florida per raccogliere fondi per la sua inaugurazione e durante la campagna elettorale. E’ stato invitato proprio da lui, ed e’ stato lui a dargli i biglietti “, – ha detto il deputato.

Artemenko ha sottolineato che lui è venuto anche a Washington su invito del suo amico, membro del congresso, Deina Rohrabaker.

Nelle parole di Nasirov e Artemenko c’è solo un briciolo di verità. Secondo i nostri dati, il misterioso amico di Artemenko, che ha aiutato Nasirov ad arrivare all’inaugurazione, è il lobbista Yuri Vanetik, e questo servizio non e’ stato gratuito.

Vanetik è nato a Kiev e si è trasferito negli Stati Uniti negli anni ’90. Suo padre vive ancora lì, piu’ conosciuto come Tony Vanetik. Questa persona sta raccogliendo fondi per i repubblicani. Negli anni ’90, padre di Vanetik era uno dei membri del gruppo criminale organizzato, che “controllava” il quartiere di Podil a Kiev. Successivamente, negli Stati Uniti è stato processato diverse volte per le frode.
Suo figlio è elencato come socio amministratore della società di famiglia Vanetik Int., nonché il co-fondatore e amministratore delegato di Dominion Partners, Pemgroup e Medowood Management. Si specializza in consulenza finanziaria. Ha anche legami con alti funzionari statunitensi. Eccolo nella foto con il deputato Deina Rorabeaker e nominato sopra Yuri Artemenko. Vanetik e Rohrabaker sono amici.

È interessante notare che Vanetik si è iscritto come lobbista solo nell’autunno del 2017, anche se un’indagine di agenzia McClatchy suggerisce che è stato coinvolto in questi servizi da tempo. Così, oltre alla storia con Nasirov, durante la primavera del 2017 Vanetik portava il “radicale” in disgrazia Sergey Rybalka al Congresso, e nell’autunno del 2017 ha concluso un contratto di lobbying con il Partito Agrario dell’Ucraina. Vanetik conosce bene Paul Manafort, che adesso è in prigione – insieme hanno aiutato i politici ucraini a stabilire contatti a Washington. Nel 2016, Vanetik ha raccolto fondi per la campagna presidenziale di Trump.

Oltre alla biografia ufficiale di Yuri Vanetik, c’è una parte segreta, mostrata nell’indagine dell’agenzia McClatchy. In quale si dice che ci sono stare diverse accuse contro Yury Vanetik e suo padre per diversi capi d’accusa- frode, tentato omicidio, ecc. Si è scoperto che la famiglia Vanetik collabora con il mondo criminale della Federazione Russa. L’inchiesta statunitense ha stabilito la loro connessione con Sergey Lipatov, ex funzionario della Ferrovia statale russa, arrestato in Russia con l’accusa di abuso dei fondi della banca.

Allo stesso tempo, le aziende che hanno lavorato con la famiglia Vanetik non consigliano a farlo – troppo spesso “fregano”. Ad esempio, nel marzo del 2011, Vanetik con i partner ha convinto la Farmers & Merchants Trust Company (California) a investire 750.000 dollari in azienda Terra, presumibilmente con riserve di petrolio e gas in Russia. La società e’ stata quotata alla Borsa di Francoforte. Già a novembre 2011, le azioni dell’azienda Terra hanno cessato di essere quotate in borsa e Farmers & Merchants ha perso tutti 750 mila di dollari.

Nel novembre del 2013, la Farmers & Merchants Trust Company ha denunciato Vanetik e suoi partner, accusando in frode, violazione della fiducia, arricchimento illecito, violazione della legge californiani di obbligazioni, ecc. Vanetik ei suoi partner sono stati accusati in attuazione dello schema, nota come pump and dump (pompa e scarico). Cioè, artificialmente hanno fatto diventare le azioni d’azienda Terra piu’ attraenti , non appena la Farmers & Merchants Trust Company ha investito fondi, le azioni sono state vendute.

I fondi ottenuti utilizzando lo schema fraudolento erano, secondo l’accusa, utilizzati per pagare le spese personali e coprire i debiti personali, compreso quelli delle carte di credito, nonché il pagamento agli avvocati. La Farmers & Merchants Trust Company non sapeva nulla di questo uso dei fondi quando ha effettuato un investimento nel 2011. Credeva di investire nell’acquisto di azioni dell’azienda Terra.

Ora il caso è in appello. Il tribunale di prima istanza Vanetik ha perso. Allo stesso tempo rifiuta di pagare. È interessante notare che uno degli argomenti principali del ricorso è che Vanetik è troppo povero e non può pagare una sanzione di 2 milioni di dollari. Ha stimato la sua intera fortuna a 400 mila dollari (dicendo che affitta un appartamento, ha venduto l’orologio e la Bentley non è sua).

Si potrebbe pensare che sia un uomo molto povero. Ma qui stiamo parlando di un’eccessiva avidità. Il 25 agosto del 2017, AMEX (American Express) ha fatto causa contro Vanetik per il ritorno di 110 mila dollari spesi con la carta di credito a partire dal 16 giugno 2017. Cioè, il lobbista e il capo di un gran numero di aziende non puo’ pagare i suoi debiti fatti con la carta di credito? In ogni caso, questo dovrebbe essere un segnale per chiunque abbia a che fare con Vanetik o sta pensando di farlo.

Nasirov e Brodsky stanno collaborando con Vanetik e vogliono far diventare tali relazioni negli Stati Uniti un vantaggio durante le campagne elettorali, che è un piano molto inaffidabile, data l’impressionante lista di cause legali contro questo uomo d’affari. Inoltre, la famiglia Vanetik ha ancora a che fare con il mondo criminale ucraino, che avrebbe potuto sembrare utile agli ex burocrati, specialmente quando la loro situazione peggiorera’. Questo è uno scenario molto reale, considerando come Nasirov e Brodsky sono diventati ricchi e chi li sta aiutando ad evitare le responsabilità e tornare nel mondo della grande politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.