I profitti della manifattura cinese sono leggermente tornati a marzo

Il profitto dell’industria cinese a marzo era ancora inferiore di oltre un terzo rispetto a un anno prima. Ciò è stato annunciato dall’ufficio statistico nazionale del paese asiatico. La cifra è leggermente migliorata rispetto ai primi due mesi dell’anno in cui la Cina è stata duramente colpita dalla pandemia della corona.

I profitti sono stati inferiori del 34,9 per cento rispetto a marzo dell’anno scorso. A gennaio e febbraio, l’utile è stato ancora inferiore del 38,3 per cento su base annua.

A marzo, la Cina aveva ampiamente controllato l’epidemia di coronavirus, ma erano ancora in atto restrizioni di viaggio che impedivano ad alcuni membri del suo personale di entrare nelle fabbriche. Di conseguenza, l’industria spesso non funzionava ancora a pieno regime, il che a sua volta causava problemi nella catena di approvvigionamento.

L’industria cinese ha anche risentito della minore domanda proveniente dall’Europa, dove corona aveva già colpito. Ciò ha comportato maggiori scorte in Cina, che hanno abbassato i prezzi che i produttori possono chiedere, gli statistici hanno scritto in una spiegazione.

Nei primi tre mesi, i profitti dell’industria cinese sono diminuiti del 36,7 per cento. Le imprese statali hanno addirittura visto precipitare i loro profitti del 45,7%, in calo rispetto al calo del 29,5% delle società private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.