FASE 2: SPOSTAMENTI SOLO NELLA PROPRIA REGIONE

Il 4 maggio non sarà un "libera tutti", anziani in fascia protetta

TREVISO – Dal 4 maggio si potranno allentare le regole sugli spostamenti. Si potrà uscire dal comune di residenza senza dover certificare l’uscita per motivi strettamente necessari o lavorativi. Ma non ci si potrà spostare da una regione all’altra. Questo vale anche per chi ha la seconda casa in un’altra regione.
Il 4 maggio non sarà un libera tutti, ma semplicemente una fase in cui dovrà esserci molta prudenza, per non far rialzare la curva dei contagi. Niente spostamenti al sud, o rimpatri al nord, almeno non prima del 28 maggio.
Inizierà così la fase 2 vera e propria, anche se nel Veneto sono molti i lavoratori che hanno già ripreso le loro attività.
Il 4 maggio riapriranno i cantieri edili, l’industria manifatturiera, tra cui le imprese metallurgiche, del tessile e dell’auto. Intorno all’11 maggio riapriranno i negozi e per ultimi potranno riaprire anche i bar e i ristoranti, si pensa dal 18 maggio.
Si prospetta un futuro immediato a distanza di sicurezza, con guanti e mascherina per interfacciarsi con gli altri. Zaia l’ha già annunciato: dopo il 4 maggio, si uscirà ancora con la mascherina perché il pericolo c’è ancora.
Per gli over 70 si ipotizza un’uscita in fascia protetta dalle 10.30 alle 18.00. Ipotesi che fa già molto discutere.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.