ADDIO A LUIS SEPÙLVEDA

Deceduto per Coronavirus a Oviedo, nelle Asturie
Lo scrittore cileno era ricoverato in Spagna da fine febbraio in ospedale a Oviedo, in Asturias, dopo aver contratto l’infezione. Aveva 70 anni Sepùlveda e aveva lottato contro il Covid-19 per oltre un mese e mezzo.Sepúlveda, scrittore, sceneggiatore e regista, viveva a Gijón dal 1997, una città meravigliosa affacciata sull’oceano. Gli era stato diagnosticato il coronavirus al rientro dal festival letterario portoghese Correntes d’Éscritas.Autore di oltre venti romanzi, libri di viaggio, sceneggiature e saggi, Sepùlveda ci ha messo di fronte alle grandezze e miserie della storia del Novecento.
Autore de ‘Il vecchio che leggeva romanzi d’amore’, pubblicato in Italia nel 1993, con cui aveva conquistato la scena internazionale, e di ‘Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare’, diventata un film d’animazione per la regia Enzo D’Alò, che lo ha consacrato come scrittore non solo per un pubblico adulto ma per tutte le età. Una storia universale sulla diversità, l’integrazione, la determinazione e la difesa dell’ambiente. Combattente, arrestato due volte e condannato all’esilio durante la dittatura di Pinochet, nemico del neoliberismo, ecologista convinto, Sepùlveda, che aveva riottenuto la cittadinanza cilena nel 2017, lo scorso ottobre aveva festeggiato i 70 a Milano.
«Delle mie favole sono sempre protagonisti animali e questo, come accadeva in quelle antiche, ti permette di vedere da lontano il comportamento umano per comprenderlo meglio», aveva affermato lo scrittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.