CONTAGI STABILI, MA IN VENETO CRESCONO I MORTI PER COVID 19

Diminuiscono i ricoverati negli ospedali: sono 1.621
VENEZIA – Con la curva dei soggetti attualmente contagiati ancora in leggero aumento, ma, come ormai noto, influenzata dalla quantità di tamponi effettuati, continua ad aumentare in Veneto il numero dei decessi: il totale è salito oggi a 940 vittime, 34 nelle ultime 24 ore, secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla sanità regionale. L’età media dei morti è di 81 anni, a conferma che la malattia ha gravi conseguenze soprattutto per i più anziani. Nessuna fascia d’età tuttavia è esente. Ancora Verona la provincia più colpita con 3.649 casi accertati dall’inizio dell’epidemia e 261 morti.
Sul fronte buone notizie, prosegue la diminuzione dei ricoverati negli ospedali: nei reparti non critici sono ospitati 1.402 pazienti, 25 in meno, mentre 219 si trovano in terapia intensiva, con un calo di 14 unità. Crescono, di converso, i dimessi: 1.824 persone hanno potuto ritornare a casa propria, altre 239 sono state trasferite in strutture intermedie. Confermato pure l’aumento dei guariti: 2.895 individui, 105 in più di ieri, sottoposti ad un nuovo tampone, sono risultate negative all’infezione. Quasi un migliaio in meno i cittadini in isolamento domiciliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.