“TROPPO SPESSO A FARE LA SPESA, NON COSTRINGETEMI AD ORDINANZE PIÙ CATTIVE”

Il punto del governatore Zaia sull’emergenza
VENEZIA – “Troppe persone continuano ad andare al supermercato più volte al giorno, per farsi una passeggiata con la scusa della spesa. Non va bene: non costringetemi a fare ordinanze più cattive”. Lo ha detto il governtaore del Veneto Luca Zaia. Diverse le possibilità in questo senso, ha ribadito Zaia: dalle tessere per comprare generi alimentari, a prevedere scaglionamenti per gli acquisti in base al giorno e alle iniziali del cognone. Oltre ai sistemi tecnologici per tracciare gli spostamenti delle persone, tra cui uno messo a punto in Israele. Questi però si scontrano con il rispetto della privacy: “In questo momento, queste norme secondo me sarebbero da sospendere”, ha sottolineato Zaia.
Oltre al quello sanitario, l’altro grande fronte dell’emergenza è quello economico: “E dobbiamo uscirne vivi da entrambi”, afferma il governatore. Per questo secondo Zaia i 25 miliardi di euro messi in campo dal governo “devono essere solo l’inizio di un grande stanziamento”, soprattutto se confrontati con i 500 miliardi previsti dalla Germania e i duemila miliardi di dollari degli Usa. “Mi chiedo perchè abbiamo ancora questa sudditanza all’Europa”, ha detto ancora Zaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.