AL CA’ FONCELLO VIDEOCHIAMATE CON I PARENTI A CASA

L’Ulss mette a disposizione tre smartphone
TREVISO – Piccole idee, grandi emozioni. Dare la possibilità ai pazienti in isolamento di parlare con i famigliari in questo periodo di emergenza non è cosa scontata. L’idea dell’Unità operativa complessa delle Professioni sanitarie, diretta da Alberto Coppe, è stata quella di dotare il reparto di malattie infettive e il reparto di Unità didattica infermieristica estensiva di tre telefonini aziendali per poter effettuare delle video chiamate, con l’aiuto degli operatori sanitari, con genitori, figli, nipoti impossibilitati alle visite in ospedale. “In questo momento ogni gesto può aiutare una persona ricoverata dal punto di vista emotivo e umano – sottolinea Coppe – Le prime videochiamate sono state un’esplosione di gioia per tutti generando anche tra noi un’autentica commozione che ci unisce per dare tutto il possibile ai nostri pazienti”.

La solidarietà non si ferma: si ricorda la decisione di convogliare le donazioni in un conto corrente della Regione Veneto. Il conto corrente ha le seguenti coordinate: IBAN IT 71 V 02008 02017 000105889030. Causale: Sostegno Emergenza Coronavirus, intestato a Regione del Veneto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.