534 POSTI LETTO AGGIUNTIVI NEGLI OSPEDALI DEL VENETO

Letti che consentiranno di intervenire in caso di aggravamenti di ricoverati
TREVISO – La Regione del Veneto, nell’ambito delle azioni legate all’emergenza “Coronavirus”, ha disposto l’incremento di 534 posti letto complessivi in tutte le aziende sanitarie del territorio e presso le aziende ospedaliere di Padova e Verona. I nuovi posti letto aggiuntivi sono suddivisi tra la Terapie Intensive ed i reparti di Pneumologia (Ospedali Hub) e Malattie Infettive.La patologia legata al Coronavirus – come spiegano gli esperti – in una percentuale di soggetti, seppur relativa, può presentare quadri di aggravamento con la necessità di cure maggiormente intensive. Il provvedimento è stato preso per assicurare al sistema sanitario la disponibilità di un più ampio numero di posti letto in questo ambito e gestire l’eventualità di picchi tra le persone ricoverate.

ULTIMO AGGIORNAMENTO:
L’Ulss 2 ha aggiornato stamani la propria casistica relativamente al coronavirus: sono 25, attualmente, le persone positive al Covid-19 ricoverate in ospedale.
Il nuovo caso, rispetto ai 24 di ieri sera, riguarda un 75enne con patologie multiple, ricoverato in Rianimazione all’Ospedale di Conegliano. Le sue condiziono sono stabili, la prognosi precauzionalmente riservata. Il paziente è ricoverato, in isolamento, da lunedì 2 marzo. Come da protocollo saranno sottoposti a tampone i contatti stretti del 75.

Il paziente, stando ai primi riscontri dell’indagine epidemiologica, non sembrerebbe collegato al focolaio della geriatria di Treviso.

In relazione ai quattro decessi registrati finora in persone positive al Covid-19 l’Ulss 2 ha precisato che non si trattava di pazienti deceduti per Covid-19 ma di anziani con pluripatologie che ne hanno causato il decesso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.