TRUFFATRICI DA CORONAVIRUS A MEL

Si sono presentate in alcune abitazioni dicendo di dover fare fare il tampone
BELLUNO – Si sono spacciate addette sanitarie a Mel in provincia di Belluno, proponendo tamponi per il coronavirus. Un altro caso di truffa in un momento di debolezza e confusione, orchestrata da due donne che giravano di casa in casa spiegando di essere state autorizzate ad eseguire dei tamponi ai cittadini per verificare se avessero contratto il virus. Nessuno a Mel è caduto nel tranello, e anzi, dopo averle congedate, vari cittadini hanno chiamato i carabinieri. Una delle due donne indossava un giubbotto rosso, ma non è stato fatto un identikit preciso delle due, e non si conosce l’auto con cui si sono mosse. Quando sono arrivate le forze dell’ordine, le due truffatrici erano già scappate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.