IL CANTICO DEI CANTICI DI BENIGNI AL FESTIVAL DI SANREMO

Duetti Morgan/Bugo e Lamborghini/Myss Keta
SANREMO – Inizio un po’ sottotono, il punto più basso è quando Amadeus prova a fare il Fiorello e decisamente non gli riesce. D’altronde se la serata prevede un Benigni, sul palco non può esserci un Fiorello che improvvisa in modo più naturale. La gara va avanti mentre le interpretazioni delle vecchie canzoni sono fantastiche, vecchi cantanti ancora in forma, spesso più dei nuovi.
Scambio di gagliardetti e magliette con il calciatore più famoso del mondo e la fidanzata presentatrice. Tutto in famiglia anche in prima fila.
Finalmente arrivano pure gli stranieri: Lewis Capaldi e Mika. Poi il grande atteso: Roberto Benigni. Entra con la banda, praticamente fa se stesso!
Frecciatine a Salvini, battute, telefonate ed esegesi con cantico canzone, che ricorda il Melandri innamorato di Amici miei. Il Benigni di alto livello che tutti si aspettano insomma.
La gara va avanti… Morgan e Bugo imbarazzanti… Anche se si fossero messi d’accordo prima su chi cantava e chi digeva l’orchestra, probabilmente il risultato sarebbe stato lo stesso. Tutto molto bello, anche il finale trash di Elettra Lamborghini & C, giustamente penultima. Fare peggio di Morgan era impossibile. Ottima Tosca che vince la serata dell’orchestra davanti a Pelù e Pinguini Tattici Nucleari. Anche questa sarà una puntata da record?
Barry Mason

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.