FAMIGLIA INTOSSICATA DAL MONOSSIDO

Un’intera famiglia finita all’ospedale Ca’ Foncello
SILEA – Tragedia sfiorata per una famiglia di Silea rimasta intossicata dal monossido di carbonio.
L’allarme è stato dato alle 5 del mattino di ieri da uno dei componenti della famiglia che lamentava i sintomi di un’intossicazione: nausea, vomito, mal di testa e vertigini. Gli operatori del Suem, intuendo che si trattava di monossido, hanno consigliato all’uomo di aprire le finestre e nel frattempo hanno inviato i Vigili del fuoco a cercare l’origine della fuga di gas.
I sanitari del Suem 118 hanno trovato tutta la famiglia in uno stato di torpore e hanno trasportato tutti e quattro al pronto soccorso. Padre, madre e due figli, sono ricoverati in ospedale a Treviso. Un braciere a legna la causa dell’intossicazione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.