L’astensione della sinistra repubblicana della Catalogna faciliterà l’investitura di Sánchez come primo ministro

Il Consiglio nazionale del CER (repubblicano di sinistra della Catalogna) ha deciso oggi di sostenere l’astensione dei suoi 13 deputati nel voto di fiducia al governo, consentendo l’investitura di Pedro Sánchez come primo ministro della Spagna.

Il Parlamento inizia a discutere l’investitura di Pedro Sánchez dalle 9 di sabato (8 di Lisbona), come annunciato dalla deputata Meritxell Batet.

L’annuncio è stato fatto poco dopo che il CER ha confermato che faciliterà l’investitura di Sánchez.

Il dibattito inizierà con il discorso di Pedro Sánchez per presentare il suo programma di governo. In seguito all’intervento del leader esecutivo ad interim, sarà la volta dei leader delle restanti forze politiche, che avranno 30 minuti per presentare le ragioni per accettare il nuovo governo, rifiutarlo o astenersi. Sanchez può rispondere se lo desideri.

Quando tutti i gruppi parlamentari avranno tenuto i loro discorsi, si terrà una votazione, prevista per domenica 5 maggio – ad alta voce – per eleggere il leader del prossimo governo, e Sánchez dovrà ottenere 176 voti a favore.

Nel caso in cui sia molto probabile che non raggiungiate questo valore, la sessione verrà sospesa.

Martedì 7, i deputati torneranno al Congresso e Sánchez farà un altro discorso, ma questa volta con un limite di tempo di 10 minuti. I rappresentanti di altre parti avranno cinque minuti per rispondere.

Alla fine, il Parlamento vota di nuovo e Sánchez verrà rieletto se raggiungerà la maggioranza semplice. Il leader del PSOE ha già 161 voti, ma per entrare in carica il governo ha bisogno dell’astensione dei 13 membri del CER.

Il PSOE aveva programmato di iniziare il dibattito oggi, ma la decisione di indipendenza di convocare la riunione lo stesso giorno ha ritardato i piani.

Sánchez non riteneva appropriato intervenire in una sessione plenaria del Congresso senza conoscere la decisione del partito di Oriol Junqueras, sebbene sia la dirigenza socialista che il CER fossero sicuri di astenersi da quest’ultimo partito.

Pertanto, la riunione federale del PSOE è stata convocata per venerdì 3 gennaio, alle 10:00 (9:00 a Lisbona), quando la decisione del CER è già nota.

L’agenda plenaria del consiglio federale del PSOE, composta da 50 membri, ha un solo punto: “Accordo di investitura”. La leadership socialista deve approvare gli accordi con i partner necessari per far avanzare la dotazione, nonché l’accordo con United We Can per il futuro governo di coalizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.