DALLA SIAE 214MILA EURO PER LIBRERIE E BIBLIOTECHE DI VENEZIA

Consegnati a 28 realtà danneggiate dall’acqua alta
VENEZIA – Quasi 214mila euro per aiutrare librerie e biblioteche veneziane danneggiate dall’acqua alta a ripartire. Sono stati consegnati oggi a Palazzo Franchetti, sede dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti, i fondi frutto della raccolta “#Siaeperilibri” promossa lo scorso 15 novembre dalla Siae.
La Società Italiana degli Autori ed Editori ha stanziato 150mila euro, ai quali se ne sono aggiunti più di altri 60mila donati da enti, associazioni, privati cittadini e singoli dipendenti Siae, per una cifra totale di 213.915,15 euro. Suddivisi in assegni circolari sono stati devoluti a 28 realtà
“La partecipazione straordinaria alla giusta causa dei librai veneziani conferma che i libri sono testimoni non silenziosi di una cultura che dobbiamo difendere, sia idealmente che concretamente. Essere al fianco di chi in questo momento sta vivendo una situazione di crisi – ha dichiarato Giulio Rapetti Mogol, presidente di Siae – è un dovere morale e sociale e mi commuove vedere che molti lo considerino anche un diritto, il diritto alla libertà di pensiero e alla partecipazione attiva”.

Queste il 28 soggetti. che beneficeranno dei fondi raccolti, proporzionalmente ai danni dichiarati e alla possibilità di riportare in attività gli esercizi nel corso delle imminenti feste natalizie:

• Librerie: Erede Libreria Editrice Filippi, Libreria Bertoni Venezia di Bertoni Alberto Venezia, Libreria Toletta, Libreria Acqua Alta di Frizzo Luigi, Libreria Filippi di Filippi Franco, Libreria Giunti al Punto spa, Civita Tre Venezie, Libreria Editrice Cafoscarina, Libreria Einaudi, Libreria Goldoni s.r.l., Libreria Linea d’acqua s.a.s. di Zentilini Luca & C., Libreria Miracoli di Vascon Claudio, Mare di carta sas di Giussani C. & C., Segni nel Tempo di Federico Bucci, Libreria Studium, Libreria Marco Polo, Lido Libri, Libreria “Living in the past”, Ponte dei sogni, Libreria Emiliana, Amor del libro.

• Bookshop: Ca’ Giustinian (i bookshop della Fondazione Querini Stampalia e del Museo Ebraico hanno scelto di rinunciare al proprio contributo in favore di librerie con maggiori difficoltà)

• Biblioteche: Biblioteca Querini Stampalia, Biblioteca Milner – Ugo e Olga Levi, Istituto Veneto, Fondazione Cini, Fondazione Guggenheim e la Biblioteca del Centro di Studi Teologici Germano Pattaro.

“La solidarietà di SIAE alle biblioteche e alle librerie offre ai principali presidii culturali di Venezia un aiuto concreto, capace di sostenere un’attività già di per sé difficile nella circostanza eccezionale di un’acqua alta che ha pochi precedenti nella storia. Biblioteche e librerie – ha detto il ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini – sono luoghi dove saperi e curiosità si incontrano, è fondamentale promuoverne la vita. Per questo, oltre alle pregevoli azioni solidali come questa promossa da Siae, serve un passo ambizioso per arrivare a una legge per l’editoria che sostenga l’intero settore, aiutando le librerie piccole e grandi, i distributori, gli autori, i giovani e gli editori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.