IL NUOVO RESORT NATURALISTICO DI LIGNANO

Un progetto da 139 milioni di euro per un’area di 126 ettari
VENEZIA – Un investimento da 139 milioni di euro per realizzare un resort naturalistico a Lignano. Il progetto per l’area da 126 ettari di Riviera Nord a Lignano, comincia a prender forma. Una dozzina gli imprenditori coinvolti, veneti e friulani, capitanati da Enrico Marchi, Presidente di Save, la società che controlla gli aeroporti di Venezia, Treviso e Verona. Un’offerta turistica nuova che prevede la realizzazione di bungalow e case mobili in legno, e tende di lusso. Il progetto è dell’architetto tedesco Andreas Kipar, paesaggista di fama internazionale. Nei 4 anni di lavoro per la realizzazione del glamping naturalistico, troveranno lavoro circa 200 addetti e oltre 350 persone saranno poi impiegate nella stagione. In un’ampia area del sito, circa l’83% del totale, verrà creata un’area protetta ad uso pubblico, con gestione indipendente e autonoma. Un progetto che farà di Lignano un punto di riferimento per il turismo ambientale. Un resort con casette in legno, eco-sostenibile e dal basso impatto ambientale, con spazi verdi e libero dalle auto, ma pur sempre dotato di tutti i comfort, con 500/600 posti spiaggia e animazione per i più piccoli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.