DA 50 ANNI, PIAZZA FONTANA PAGINA OSCURA DELLA STORIA ITALIANA

Martedì Guido Lorenzon racconterà agli studenti di Treviso la strage
TREVISO – A mezzo secolo esatto di distanza, un’importante testimonianza su una della pagine ancor oggi più oscure della storia italiana recente, che aprì la stagione del terrorismo e della strategia della tensione.
Martedì 10 dicembre, alle 11, all’Auditorium di Santa Caterina, Guido Lorenzon e Daniele Ferrazza presenteranno “Racconto Civile”, saggio che ripercorre i fatti e il contesto della strage di Piazza Fontana, avvenuta il 12 dicembre 1969.
Guido Lorenzon, allora giovane insegnante di Varago di Maserada, denunciò Giovanni Ventura, fra gli aderenti veneti del movimento neo-fascista Ordine Nuovo, per quelle confidenze sulla bomba “pensata a Roma, decisa a Padova, preparata a Treviso, caricata a Mestre ed esplosa a Milano”, che uccise 17 persone e ne ferì 88.
Su quel tragico avvenimento, Lorenzon, insieme al giornalista Ferrazza ha scritto “La Bomba, a cinquant’anni da Piazza Fontana” e ora racconterà tutte vicende sulla strage alla Banca Nazionale dell’Agricoltura, ai ragazzi del Liceo Canova e Artistico di Treviso. All’evento parteciperanno anche il prefetto Maria Rosaria Laganà e il sindaco Mario Conte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.