SCIVOLA SUL GHIACCIO E MUORE PRECIPITANDO IN UNA SCARPATA

Claudio Zordan, 59 anni, perde la vita durante un’escursione in Cadore
SANTO STEFANO DI CADORE – E’ scivolato su una lasta di ghiaccio, precipitando in una scarpata per oltre 40 metri. Ha perso così la vita, durante un’escursione  sulle Dolomiti Bellunesi nel comune di Santo Stefano di Caodre, Claudio Zordan, 59 anni, residente a Casale sul Sile, nel Trevigiano, ma originario di Castelgomberto, in provincia di Vicenza.
Mercoledì, l’uomo, pensionato, sposato e padre di due figli, appassionato di montagna, è partito per fare una camminata in solitaria: mentre risaliva il Rio Cornon, in direzione del biancco Cani, è scivolato sul sentiero: la caduta non gli ha lasciato scampo. La morte con ogni probabilità è sopraggiunta sul colpo. In serata, non vedendolo rientrare e non riuscendo a contattarlo, i familiari hanno dato l’allarme. Il corpo è stato individuato intorno all’1.30 della notte tra mercoledì e giovedì, sul greto del torrente, dal Soccorso alpino, i Carabinieri di Vigo di Cadore, la Guardia di Finanza e il Suem. Data l’asprezza della zona e le difficoltà di raggiungere il punto con l’oscurità, salma è stata recuperata in mattinata e portata alla camera mortuaria, a disposizione dei parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.