GALLO CEDRONE FERITO, CURATO E POI LIBERATO NEL BOSCO

Individuato dalla Polizia provinciale vicino a Cortina
CORTINA D’AMPEZZO – Era ferito e si era smarrito, avvicinandosi pericolosamente ai centri abitati. Un gallo cedrone è stato recuperato dalla Polizia provinciale di Belluno e, dopo le cure, è stato liberato nel bosco.
L’animale, infatti, si aggirava da qualche giorno tra le case della frazione di Mortisa, in comune di Cortina. Gli agenti della Polizia Provinciale lo hanno catturato nei giorni scorsi e affidato subito al veterinario, dato che il gallo cedrone presentava qualche difficoltà: aveva riportato una botta e una zampa non poggiava al suolo. Molto probabilmente era proprio questo il motivo che aveva spinto il pennuto ad avvicinarsi alle case, in cerca di cibo.
Dopo qualche giorno di cure, l’animale è risultato in grado di tornare in ambiente naturale. E questa mattina è stato liberato in una zona alle porte del Cadore, dove è presente una piccola popolazione di cedroni e dove è possibile trovare cibo in maniera autonoma (il terreno non è ancora ricoperto dalla neve).
Il gallo cedrone liberato questa mattina è il secondo recuperato e rilasciato dalla Polizia Provinciale in pochi giorni. Secondo le analisi biometriche e la misura del becco, non si tratta dello stesso esemplare catturato una settimana fa a Rio Gere.
Galleria fotografica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.