DA RIGONI STERN A ZANZOTTO E PREVERT, TRONCHI E RAMI DA LEGGERE

Treviso celebra la festa nazionale degli alberi
TREVISO – Una performance letteraria di prose, poesie, musiche e immagini per celebrare a Treviso la Festa Nazionale degli Alberi, istituita dal Ministero dell’Ambiente con la Legge 10 del 2013 e commemorata in tutta Italia. Venerdì 22 novembre, dalle 17, il Museo di Santa Caterina sarà teatro di un evento aperto al pubblico che accenderà i riflettori sul tema dell’ambiente, attraverso la cultura: una manifestazione promossa dall’Associazione “Leggere insieme ad alta voce”, con il patrocinio del Comune di Treviso, nell’ambito di “Treviso Città che legge”.
Da “Arboreto salvatico” di Mario Rigoni Stern ad “Alberi” di Jacques Prévert, dalla catastrofe del 2018 sull’altopiano di Asiago alle poesie di Andrea Zanzotto e Luciano Cecchinel, l’evento offrirà una panoramica sulla natura attraverso gli occhi di poeti e scrittori sensibili alla tematica, per un momento di condivisione che sfiorerà anche l’attualità. Sarà la voce di Livio Vianello, lettore e operatore culturale, a condurre il viaggio letterario.
“Dedicheremo al grande popolo degli alberi, nostri fratelli maggiori che rendono vivo il pianeta, la nostra riconoscenza, cercando di coinvolgere il più possibile le nuove generazioni – sostiene Alessandra Jesi Soligoni, presidente del Gruppo di lettura “Leggere insieme ad alta voce” – la lettura ad alta voce sarà occasione di riflessioni e di memoria sul valore ambientale e sulla lezione di vita degli alberi, che oggi, in un mondo impoverito e sconvolto, continuano a dare il loro contributo alla stessa sopravvivenza umana, troppo spesso ingenerosa e improvvida nei loro confronti”.
L’evento culturale trevigiano si inserisce tra le numerose iniziative che prenderanno parte in ogni regione d’Italia durante la giornata, volte a promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento e la valorizzazione degli alberi in città, per convergere verso una maggiore integrazione del verde nella pianificazione urbanistica territoriale. La festa nazionale rappresenterà un momento di confronto anche nei contesti scolastici, con programmi educativi e di sensibilizzazione verso una maggiore qualità della vita mediante la coltivazione di nuove piante.
Il messaggio di interesse collettivo mira a coinvolgere anche e soprattutto le nuove generazioni, per favorire il cambiamento e l’amore per la natura, “perché un albero piantato personalmente cresce in sintonia, come un fratello” ribadisce Alessandra Jesi Soligoni.
Aderente al Patto per la Llttura della Città di Treviso, con qualifica di Atleti della Lettura, l’Associazione Leggere Insieme ad Alta Voce nasce nel 2004 per favorire l’arricchimento personale, culturale e la socializzazione, attraverso la promozione della lettura ad alta voce con lettore professionista. Itinerari letterari e incontri con autori, in collaborazione con la Biblioteca Civica, sono offerti alla cittadinanza, con il patrocinio del Comune di Treviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.