UCCISA DALL’AUTO PIRATA: “NON MI ERO ACCORTO DI NULLA”

L’uomo ha capito della gravità dell’incidente leggendo i giornali
CATSELFRANCO. Si è presentato al comando della polizia stradale di Treviso accompagnato dal suo avvvocato e ha ammesso che alla guida dell’auto che ha travolto e ucciso una 74enne di Rossano Veneto c’era lui. Un 38enne di Castelfranco Veneto è ora indagato per omicidio stradale e fuga dopo l’incidente, un reato che prevede la revoca della patente e cinque anni di reclusione. Ai poliziotti ha raccontato che sabato pomeriggio poco prima delle 18 stava percorrendo Via dei Carpani a Castelfanco e all’improvviso ha sentito un colpo ma pensava di essee stato colpito dai sassi lanciati da alcuni ragazzini. Non si era reso conto che invece aveva centrato la donna che stava attraversando la strada e l’aveva scagliata a una decina di metri. Solo il giorno dopo, leggendo i quotidiani e le notizia sui siti on line ha capito che il pirata era proprio lui. Ha chiamato il suo avvocato e ha deciso di costituirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.