VIVAVOCE FESTIVAL 2019, ESORDIO AL FEMMINILE

Sabato 9 novembre a Santa Caterina le "Women of the world"

tREVISO. Parte al femminile il VivaVoce Festival, la kermesse internazionale di Musica A Cappella di Treviso giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione. Come sempre, il primo festival italiano dedicato alla musica vocale porta il meglio della scena internazionale nel capoluogo della Marca Trevigiana. Grande inizio per la rassegna, sabato 9 novembre, nella splendida cornice del Museo di Santa Caterina, con Women of the World, ensemble vocale di 4 donne dalle provenienze geografiche differenti: Giappone, Italia, India, Usa/Haiti. Niente di meglio dunque per iniziare il VivaVoce che vedrà poi altri quattro appuntamenti fino al 7 dicembre.

Le Women of the World nascono dal desiderio di portare musiciste provenienti da tutto il mondo su una piattaforma creativa comune, non soltanto per farle lavorare ed esibire insieme, ma anche per condividere un percorso corale di crescita ed esplorazione della cultura di ognuna, dalla lingua al cibo e alle tradizioni, interagendo quotidianamente.

Il risultato? Women of the World eseguono un vasto e variegato repertorio di musica popolare e tradizionale in oltre 31 lingue del mondo, ottenendo sin dalle loro origini nel 2008, importanti riconoscimenti come le vittorie all’Harmony Sweepstake A Cappella nel 2014, all’International Championship of A Cappella Open nel 2017, al Vokal Total di Graz nel 2018 e collaborando con molti musicisti di fama, tra cui il cantante vincitore del Grammy Award Bobby McFerrin, e l’icona vocale africana Angelique Kidjo. Attraverso esibizioni al Blue Note Jazz Club, alla Carnegie Hall, alla Boston Symphony Hall, al Berklee BeanTown Jazz Festival, al TEDxBoston e agli eventi delle Nazioni Unite, Women of the World continuano a diffondere il messaggio di pace e unità attraverso la musica.

“Siamo davvero orgogliosi di avere le Women of The World a Treviso per il VivaVoce, sono più di due anni che ci lavoriamo e i risultati ci premiano, perché appena le abbiamo annunciate, la metà dei biglietti è stata subito prenotata – spiega Andrea Trevisi, direttore artistico del VivaVoce Festival – sono certo che il pubblico rimarrà affascinato dalla performance di queste ragazze al Museo di Santa Caterina”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.