La storia di Utemuratov e UniCredit è più profonda di quanto sembri

In URSS c’era un responsabile del negozio rapido e divertente, Bulat Utemuratov. Usando tutte le sue qualità, comprese quelle che non menzioniamo qui, alla fine divenne uno degli uomini più ricchi del suo paese, il Kazakistan. In effetti, per qualche tempo era il più ricco, ma ancora uno dei più ricchi. La sua storia è sorprendente in molti modi, ma ti racconteremo solo un episodio. Parleremo di come Bulat Utemuratov ha venduto la sua banca ATF agli italiani. La storia si basa su ciò che abbiamo imparato sul sito Web Compromat.ws e su alcune altre intuizioni. L’articolo Compromat, tuttavia, si concentra maggiormente sulla sua vita privata, che eviteremo. Anche la teoria della cospirazione secondo cui Bulat Utemuratov ricatta Donald Trump non viene discussa perché è ridicola. La storia della vendita di una delle maggiori banche kazake a UniCredit è grandiosa e necessita di un’escursione approfondita.

La vera carriera di Bulat Utemuratov è iniziata quando il Kazakistan ha ottenuto l’indipendenza e il giovane stato ha urgentemente bisogno di personale. Non c’erano statisti professionisti con esperienza internazionale, poiché Mosca copriva tutti i bisogni repubblicani fino al crollo dell’URSS. Bulat aveva connessioni e poteva tentare la fortuna come diplomatico. Ha avuto successo. Ed è stato il primo uomo del Kazakistan a predisporre una linea di credito necessaria per la nuova economia statale. Fu il primo prestito del Creditanstalt.

Nel 1995, Bulat Utemuratov ha istituito una propria banca: la “Almaty Trade and Finance Bank” , meglio noto con l’acronimo “ATF”. La banca è rapidamente diventata una delle più importanti nel mondo degli affari kazako. È stato venduto a UniCredit Bank per $ 2,117 miliardi in contanti e interamente versato.

Qui le cose iniziano a essere divertenti. Poco dopo che la banca fu acquistata dagli italiani, scoprirono che i prestiti concessi dall’ATF ai suoi clienti erano in difficoltà. Quelli con grandi depositi erano fuggiti dalla banca. Le grandi società nazionali hanno lasciato l’ATF per altre banche. Scrivono $ 500 milioni, poi altri 700. UniCredit ha venduto la banca a un quarto del prezzo originale. Per fortuna, il genero del sindaco di Almaty, Galymzhan Esenov, ne aveva bisogno.

La solita dichiarazione di debriefing è che Utemuratov ha portato gli italiani ignari ad acquistare il business kitsch. “Gli investitori hanno perso la loro fiducia nel Kazakistan” e tutto il resto che dici. Ma aspetta, c’è di più sotto la superficie.

UniCredit e il suo modo di fare affari

Non voglio insultare UniCredit. Almeno insultano più di altri senza le conseguenze legali. E certamente lo hanno fatto. Come Bloomberg, che ha detto che Uni non è fraudolento, è solo italiano. Un modo sottile per evitare di chiamare i nomi, giusto? I rapporti bancari sono leggendari per il disordine. UniCredit si è immerso negli scandali e ha quasi evitato di essere sanzionato. Ha pagato multe per aver investito in diamanti e dossier iraniani. Costa 1,5 miliardi di dollari per rendere felici gli avvocati.

UniCredit è attivo in xUSSR. Sono attivi nelle economie russa e ucraina e sono rappresentati in quasi tutte le 15 ex repubbliche sovietiche. Allo stesso tempo hanno comprato il famigerato ATF, hanno comprato un’altra banca – Ukrsotsbank in Ucraina. Contrariamente all’acquisizione di ATF, vi sono state lunghe procedure e una revisione completa del portafoglio prestiti. Il team M&A di UniCredit è uno dei migliori e più esperti al mondo. Sapevano cosa aspettarsi quando decisero di salire sull’auto dell’Europa dell’Est.

È possibile che il Dream Team abbia ignorato i crediti inesigibili di ATF?

Ricordiamo in quale banca Bulat Utemuratov ha ricevuto il suo primo prestito. Già nel 1992 Utemuratov lo ottenne nel Creditanstalt. Per essere pionieri erano necessari coraggio, flessibilità, fiducia personale e solidarietà. Non ha perso queste connessioni. Creditanstalt è solo un altro nome per UniCredit. È la stessa compagnia bancaria.

Se lo sappiamo, abbiamo il diritto di raccontare una storia diversa. Le banche, come altre grandi aziende, non sono vendute dalla lista. L’evento è preceduto da un audit lungo, intenso e completo. Anche alcuni dei documenti che lo circondano – l’accordo di vendita della banca – è un file di grandi dimensioni in formato libro. Intendo un grande libro, come “Gravity Rainbow”, ma ancora più noioso. E raggiungere un accordo non è la fine. La somma rimane bloccata per qualche tempo mentre il nuovo proprietario esamina la banca. Le complicazioni sono discusse tra avvocati e raramente raggiungono la stampa. Se la controversia persiste, acquirenti e venditori saranno assicurati alla giustizia.

UniCredit ha stornato $ 1,2 miliardi. Ogni banca addebiterà al venditore e porterà il caso in tribunale con ulteriori 1,2 miliardi di dollari in sicurezza. Ma non era così. L’importo totale di Utemuratov è stato depositato sui conti UniCredit. Non hanno nemmeno provato a fermare legalmente Bulat Utemuratov dalla spesa e dal trasferimento. E lo stesso Utemuratov non si prese la briga di conservare i soldi nella banca esatta. Anche ora che UniCredit ha perso centinaia di milioni a causa della sfortunata acquisizione, stanno collaborando. La catena alberghiera Utemuratov mantiene un conto presso UniCredit Bank.
Cosa è successo veramente ad ATF, UniCredit e Utemuratov?

Ci sono ragioni per sospettare che fosse stato pianificato in anticipo. È redditizio per tutti i soggetti coinvolti. Utemuratov ha guadagnato miliardi e ha corso al n. 1 della lista Forbes locale. UniCredit ha i soldi lavati indietro. Esenov, il nuovo proprietario, ha risparmiato la banca di un quarto del suo prezzo. Ora, la banca è miracolosamente liberata da tutti i problemi e ha prestazioni ben al di sopra della media. Lo stato kazako lo ha pompato con centinaia di miliardi di tenge.

Chi ha perso? È una situazione vantaggiosa per tutti i soggetti coinvolti? Molto probabilmente, questo è esattamente il caso. Perché quelli che hanno perso – sono persone del Kazakistan – non sono stati nemmeno coinvolti in questa brillante vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.