INCIDENTE SULLA A13, DISTRUTTA FAMIGLIA DI SCHIO

Morti papà, mamma e la loro bimba di 5 mesi
ALTEDO – Un’intera famiglia distrutta, papà mamma e una bimba di appena 5 mesi. E’ terribile il bilancio dell’incidente avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, sull’autostrada A13 nel trattO tra Bologna interporto e Altedo, in direzione Padova.
La famiglia viaggiava su un vecchio furgone Ducato adibito a camper e con ogni probabilità stava facendo ritorno a casa, a Schio, nel Vicentino: il mezzo è stato tamponato, per cause ancora da accertare, da un’utilitaria, una Ford Fiesta, guidata da un 19enne napoletano. Il veicolo ha sbandato e si è ribaltato al centro della carreggiata, dove è stato investito in pieno da un pullman, che sopraggiungeva in quel momento. Nell’impatto il camper è andato praticamente distrutto: Daniele Minati, 32 anni, e Anna Pieropan, 29, sono morti sul colpo. Nonostante i tentativi di rianimazione praticati a lungo dal personale del Suem 118, non c’è stato purtroppo nulla da fare neppure per la piccola Diletta, nata il 31 maggio scorso.
Altre cinque persone sono rimaste ferite e alcune sono ricoverate negli ospedali di Bologna e Bentivoglio, ma nessuno di loro è in pericolo di vita. I conducenti dei due veicoli che hanno tamponato il camper sono indagati per omicidio stradale. Il 19enne partenopeo è neopatentato: ha conseguito la patente a maggio. Alla guida della corriera, con a bordo una cinquantina di giovani di Pordenone che stavano rientrando dalla manifestazione Lucca Comics, invece, c’era un 53enne originario dell’ex Jugoslavia, residente in Italia. A entrambi la Polstrada di Altedo, intervenuta sul posto, ha ritirato la patente in via cautelare e in ospedale sono stati sottoposti ai test per accertare l’eventuale assunzione di alcol o droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.