AMICI DI FABIO OLIVOTTO, 25MILA EURO DI SOLIDARIETÀ

L’associazione aiuta otto famiglie bisognose della Sinistra Piave
PIEVE DI SOLIGO – Consegnati dall’associazione “Amici di Fabio Olivotto” otto assegni ,per un totale di 25mila euro, ad altrettante famiglie bisognose della Sinistra Piave. La cerimonia si è svolta alcune sere fa, presso l’auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo. Presenti per l’occasione, oltre a diversi dirigenti sportivi, anche sindaci e assessori di molte amministrazioni della sinistra Piave; in rappresentanza della Regione Veneto c’era pure il consigliere Alberto Villanova, il quale ha portato i saluti del presidente Luca Zaia. “Questa iniziativa è una risposta concreta dell’associazione Amici di Fabio Olivotto, nata con lo scopo di aiutare il maggior numero di famiglie che vivono in situazioni economiche difficili, aggravate dalla presenza di patologie o stati di salute precari, segnalate ogni anno dagli uffici di assistenza dei vari comuni della zona -ha dichiarato il presidente Antonio Maset- sottolineando che: con questa settima donazione, in pochi anni sono stati raccolti e devoluti in beneficenza oltre 125mila euro”. L’Associazione Amici di Fabio Olivotto, calciatore morto sette anni fa dopo esser stato colpito dalla S.L.A. (Sclerosi Laterale Amiotrofica) una malattia atroce che lentamente gli ha tolto le forze, la parola, il lavoro, l’autonomia e la vita è nata nell’ottobre del 2012, pochi mesi dopo la morte di Fabio, per volontà di un gruppo di suoi amici, quasi tutti ex calciatori, che con lui hanno giocato per diversi anni. Il presidente Antonio Maset tiene a sottolineare che: “In sette anni di impegno sociale, sono stati donati: 105.000 euro a 34 famiglie bisognose, 13mila euro ad associazioni che operano e si impegnano con persone disabili e 7mila sono stati destinati alla ricerca sulla S.L.A. Tutto il denaro raccolto è stato frutto non solo di organizzazione di manifestazioni e tornei sportivi giovanili, ma anche della sensibilità di numerosi sponsor. Veramente toccati e commoventi le storie dei beneficiari, che erano stati segnalati dalle varie amministrazioni comunali. Questo contributo in denaro, riuscirà almeno per un breve periodo, ad alleviare i bisogni e le sofferenze dei destinatari. A fine serata c’è stato anche un video saluto di Massimo Mauro, ex campione di Udinese, Juventus, Catanzaro, e Napoli, già commentatore di Sky, presidente della Ass. Aisla (Fondazione Italiana per la ricerca sulla Sla), di cui dal 2013 è anche il presidente.
Diego Berti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.