CITTÀ SICURA, MA SALE L’USO DI DROGA

Treviso si conferma tra le province più vivibili d’italia

TREVISO – Lo rivela uno studio condotto dal Sole 24 Ore: la Marca primeggia in Veneto, superando anche Belluno, per il basso numero di reati. L’indice di criminalità e ordine pubblico è stato elaborato dal Sole 24 Ore nell’ambito dell’indagine sulla qualità della vita nelle province italiane.
Nella Marca nel 2018 sono state registrate 2.352 denunce ogni 100mila abitanti, e per fare un confronto, Vicenza ne ha registrate 2.720, mentre Verona ne ha registrate 3.389. Il Prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà elogia le forze dell’ordine che controllano il territorio in maniera efficiente e capillare, ma fa notare che purtroppo c’è un dato in continua crescita: quello del consumo di droga. “Dobbiamo andare a fondo delle ragioni di questi abusi – ha affermato il Prefetto- Treviso ha un contesto sociale sereno, problemi economici tutto sommato contenuti, una buona prospettiva di vita, non ci sono zone di degrado.  – E ha aggiunto – La marca non è sulle grandi rotte della droga, è un terminale di piccolo spaccio funzionale al consumo, ma dobbiamo insistere sulla prevenzione”. Un riferimento anche all’ultimo caso di morte, quella di Leonardo Bottan, stroncato da una sospetta overdose da eroina gialla e ritrovato nel bagno di un fast food a San Vendemiano.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.