INCONTRO E ABBRACCIO

La scultura in mostra a Padova
PADOVA – Aprirà i battenti a Padova il 16 novembre al Palazzo del Monte di Pietà la mostra  “Incontro e abbraccio nella Scultura del Novecento, da Rodin a Mitoraj”. 120 opere, tra cui capolavori di Auguste Rodin, Vincenzo Gemito, Arturo Martini, Fernad Legèr, Henry Moore, Marcel Duchamp, George Segal, Salvator Dalì, Lorenzo Quinn, Igor Mitoraj, fino alle tendenze iconiche di fine secolo: tutte riunite per sottolineare le tante “attese” da cui siamo circondati. “Attese” di persone che chiedono il sostegno di una parola, il riconoscimento di uno sguardo, la condivisione di un gesto. L’obiettivo di un percorso espositivo così concepito è quello di offrire una visione dell’uomo, aperto e positivo, in contrapposizione a chiusure, indifferenza o disimpegno. In ragione di questo obiettivo, la scelta delle opere e la loro collocazione in mostra non risponde ad una cronologia di realizzazione, a ragioni di assonanza stilistica o ad altri criteri che afferiscono alla storia e critica d’arte. A fare da filo conduttore sono precisi temi in dialogo tra loro: il cammino della vita, la formazione, l’incontro, la relazione, la lontananza, l’attesa e la compassione. Tra le espressioni artistiche la scultura è una di quelle più in grado di rappresentare problematiche e sentimenti dell’uomo sia per la tridimensionalità, che per la relazione tra i corpi e le forme nello spazio. Incontro e abbraccio, è una mostra promossa dalla Fondazione Salus Pueri, onlus creata nel 1992 per far sì che la Pediatria del Policlinico di Padova sia sempre più “casa”, naturalmente temporanea ma familiare, per i più piccoli.
L’esposizione sarà visitabile a Padova al Palazzo del Monte di Pietà dal 16 novembre 2019 fino al 12 gennaio 2020. Offerta libera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.