TREVISO CAPOFILA DEL PROGETTO T.A.A.F.E

Mezzo milione dall’Europa per il benessere degli anziani
Il Comune di Treviso ha vinto un bando da 2.168.317 euro finanziato dal programma Interreg Spazio Alpino – che ha visto 133 progetti presentati e 15 approvati – per incrementare e migliorare i servizi ai cittadini over 65 attraverso il loro coinvolgimento attivo per una città sempre più accessibile. Nell’ambito del progetto T.A.A.F.E., che vede Treviso capofila fra realtà, municipalità e istituzioni francesi, tedesche, slovene, austriache e svizzere, è stato ottenuto un finanziamento da 531.752 euro che sarà impiegato per lo studio di progetti nell’ambito dei trasporti, della salute e della casa. Grazie alla collaborazione con Israa si potrà rendere inoltre più accessibile il trasporto pubblico agli anziani non autosufficienti e progettare una mobilità dedicata per facilitare l’accesso alle cure o visite mediche degli anziani in difficoltà. In sinergia con Ulss n. 2 Marca Trevigiana verranno invece promosse specifiche azioni per migliorare l’informazione e la diffusione dei servizi dedicati alla salute per gli anziani.Infine la casa, con la creazione di veri e propri quartieri a misura di anziano con iniziative di social housing nei quali potranno essere portati i servizi fondamentali coinvolgendo i diversi abitanti del quartiere, favorendo la socializzazione e l’aiuto reciproco. Il progetto T.A.A.F.E.Partendo dal concetto, sviluppato dall’OMS di “Age Friendly Environments” – ambienti volti a favorire la salute, il benessere e la partecipazione delle persone che invecchiano – il progetto T.A.A.F.E, che ha il supporto della Regione Veneto e della Provincia di Treviso, andrà a creare un modello partecipativo per sviluppare “Age Friendly Environments” nello Spazio Alpino. Con tale iniziativa verranno inoltre create le condizioni per innescare, a livello locale, processi partecipativi tra l’ente pubblico e la popolazione anziana locale per ripensare e avvicinare l’erogazione dei servizi ai bisogni espressi dai cittadini nel loro contesto di vita. Treviso Europa NetworkNel primo anno di lavoro dell’amministrazione Conte, anche grazie all’istituzione del gruppo di lavoro Treviso Europa Network che riunisce Comune di Treviso, Provincia di Treviso, Ulss n.2 Marca Trevigiana, Camera di Commercio Treviso-Belluno Dolomiti e Israa per l’accesso ai fondi europei, sono stati presentati diversi progetti. In particolare il Comune di Treviso ha inoltrato in poco più di anno di lavoro 21 progetti contro i 28 in totale dei 5 anni precedenti, di cui sono stati approvati 4 progetti rispetto ai 6 in totale degli anni precedenti. Altri progetti presentati nel 2019 sono in fase di valutazione.
Sempre fra giugno 2018 e settembre 2019, nell’ambito dei finanziamenti europei, Treviso ha ottenuto 50.000 euro attraverso un bando del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per la promozione della lettura ed inclusione nel mondo della lettura per bambini e adulti con bisogni speciali, 1.500 euro attraverso la Regione Veneto per la promozione dell’invecchiamento. Inoltre, per quanto concerne i fondi POR-FESR già stanziati per l’Autorità Urbana, 1.246.171 euro per l’attivazione di soluzioni tecnologiche per la realizzazione di servizi ICT e soluzioni per la Smart City.  «Grazie ad un grande lavoro di squadra, stiamo realizzando un altro punto importante del nostro programma», le parole del sindaco Mario Conte. «Volevamo potenziare la capacità dell’Amministrazione in ambito progettuale sfruttando le opportunità offerte dall’Unione Europea e lo stiamo facendo intercettando importanti finanziamenti. In più, siamo orgogliosi che Treviso sia, per la prima volta, capofila di un progetto di respiro internazionale per il benessere degli anziani con la possibilità di esportare un modello virtuoso in tutta Europa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.