DA VINCI 2: IL ROBOT CHE OPERA

Arriva a Portogruaro il robot chirurgo

PORTOGRUARO – Si chiama Da Vinci 2, ed è un robot di seconda generazione che potrà essere utilizzato negli ospedali del Veneto. E’ in grado di intervenire in undici diverse specialità chirurgiche, sa fare trapianti di rene e di pancreas tramite due postazioni di controllo remoto, intuisce i movimenti e riduce i tremori. E’ stato acquistato dall’ospedale di Portogruaro ed è motivo di vanto per la Regione veneto, che continua ad investire in tecnologia. Ma il gioiello inaugurato un anno fa a Padova è invece inutilizzato da tre mesi in quanto “prigioniero” nella vecchia sala operatoria. Sono gli inconvenienti del vecchio ospedale Giustinianeo, in attesa che venga costruito il nuovo polo sanitario a Padova est, con 950 posti letto e una spesa di 650 milioni. Tecnologie e macchinari nuovissimi quindi, in edifici che hanno più di 60 anni, spesso prigionieri di cantieri e sale impraticabili, uno spreco di soldi finanziati dalla Fondazione caripari e dalla Regione, perchè il Da Vinci 2 è costato quasi 4 milioni di euro. E adesso si conta di risolvere il problema nei prossimi giorni, entro il 20 di ottobre. Nel frattempo il da Vinci 2 è arrivato anche a Portogruaro, dove, assicura la Lanzarin, non mancheranno le necessarie attenzioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.