OLIMPIADI, I TRE NOMI IN GIOCO

Giochi olimpici 2026: Cortina è già un cantiere

CORTINA D’AMPEZZO – “Quando avremo finito sarà bellissima”, assicura il sindaco Giampietro Ghedina riferendosi alla sua Cortina, mentre le imprese edili sono al lavoro per sistemare hotel, strade e case. Cortina è già un grande cantiere con gru e impalcature per accogliere le Olimpiadi. C’è anche il cantiere al lavoro per la nuova pista dei mondiali di sci 2021. Tre i nomi per un posto, quello di ammisitratore delegato della Fondazione che organizzerà i Giochi 2026 a Milano e Cortina, tre nomi frutto di indiscrezioni circolate e non smentite ieri sera: Tom Mockridge, Vincenzo Novari, Alberto Baldan. Chi sono questi tre uomini candidati? Tom Mockridge, di origine neozelandese, è stato il braccio destro di Rupert Murdoch, storico amministratore delegato Sky. Vincenzo Novari è stato amministratore di 3 e ora è special advisor di CK Hutchinson. Alberto Baldan è amministratore delagato di Grandi Stazioni Retail, con un passato in Kering e alla Rinascente. Uno di loro potrebbe essere il nuovo manager delle Olimpiadi Milano – Cortina 2026. Resta però il nodo del compenso, problema rilevante visto le limitate risorse del Comitato, e così interviene il Governo: il ministro Spadafora promette che la legge olimpica sarà approvata entro novembre e che il governo metterà le risorse necessarie. “Al manager che sceglieremo dovrà essere data ampia autonomia” – ha affermato Giuseppe Sala – e ha aggiunto: “Da queste tre persone abbiamo ricevuto un consenso di massima, e dovunque caschiamo, caschiamo bene.”
E anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò si dice serenamente soddisfatto e ringrazia la squadra: “Stiamo lavorando in un clima molto positivo – ha affermato – presto ci saranno nuovi incontri per la definizione della governance”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.