MARIJUANA ED “EROINA DEI POVERI”, ARRESTATI DUE SPACCIATORI

Due gambiani fermati dalla Polizia in zona Eden
TREVISO – Gli agenti della Volante li hanno notati mentre cercavano di recuperare qualcosa in un cespuglio, ieri, intorno alle 13, nei pressi del Teatro Eden, a Treviso. Alla vista dell’auto della Polizia, i due hanno tentato di allontanarsi, ma sono stati bloccati immediatamente.
Si tratta di due immigrati, originari del Gambia, di 30 e 27 anni. All’interno del loro zaino i poliziotti hanno trovato tirapugni, una boccetta e diversi blister di Rivotril, un ansiolitico purtroppo noto come “eroina dei poveri”, denaro contante, uno spray urticante e vario materiale da confezionamento. Alla luce del ritrovamento, gli agenti hanno deciso di procedere ad un controllo più accurato della zona dove i due stavano poco prima e, anche grazie all’aiuto di Hitch, il cane della Polizia Locale di Treviso, sono stati ritrovati quasi 200 grammi di marijuana.

Le ulteriori verifiche svolte in Questura hanno appuranto come i due avessero diversi precedenti di polizia specifici ed una condanna per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I giovani africani, perciò, sono stati arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso e per porto di oggetti atti ad offendere e messi a disposizione della magistratura: già oggi si è tenuto il processo per direttissima. Tutto il materiale ritrovato, tra cui tre telefoni cellulari e 200 euro, è stato posto sotto sequestro penale.
Inoltre al più vecchio dei due è stato notificato, da parte dell’Ufficio Immigrazione l’ordine del Questore di Treviso di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.
Il giorno precedente, mercoledì 2 ottobre, invece, era stato arrestato per il reato di evasione un 23enne brasialiano. Il giovane, infatti, mentre era sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella sua abitazione a Maserada, è stato sorpreso dalla Volante mentre provava a rubare alcune bevande alcoliche dal supermercato Pam di via Zorzetto in centro a Treviso. Immediatamente fermato dai poliziotti, è stato denunciato anche furto aggravato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.