STUDENTI IN PIAZZA PER IL CLIMA

In migliaia hanno manifestato per un pianeta più pulito

Studenti di tutto il Veneto in piazza per il terzo sciopero globale di Fridays for Future. In migliaia hanno partecipato a numerosi cortei organizzati in tutte le città. Da Venezia a Padova, da Treviso a Vicenza le manifestazioni si sono svolte senza momenti di tensione. I Giovani hanno urlato slogan ed esposto manifesti, molti in inglese, che denunciano l’emergenza climatica. Migliaia di studenti, ma anche molti adulti, nessun simbolo di partiti politici, ma tanti cartelli che chiedono un cambiamento urgente delle politiche ambientali: da ‘Diritto al futuro’ a ‘Stop emissioni’, passando per ‘Vi siete goduti le stelle e ci avete lasciato un cielo a pecorelle’ o ‘Ci avete rotto il clima’.
A Verona in 7mila hanno invaso Piazza Bra mentre a Venezia i giovani si sono dati appuntamento alla stazione dei treni. Una massa colorata di 5mila giovani ha dato vita ad un corteo animato e festoso che si è mosso tra le calli con meta in Campo Sant’Angelo. La fiumana pacifica ha fatto sosta, con un sit in, davanti alla sede della Rai esponendo lo striscione che apre il corteo: ’Vogliamo respirare il nostro futuro, ci avete rotto i nostri polmoni”, improvvisando poi, con il suono delle sirene, un ipotetico allarme atomico, e osservando infine un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del clima ma anche del nucleare. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.