TUTTA LA DIVINA COMMEDIA IN CENTO SETTIMANE

Giorgio Battistella reciterà un canto alla volta
TREVISO – Dal 16 settembre riprenderanno le serate dantesche a Treviso. Tutti i lunedì alle ore 20.30 per cento settimane in Casa Albergo Salce, viale Terza armata (vicino a porta San Tommaso), Giorgio Battistella introdurrà e reciterà uno per uno tutti i Canti della Divina Commedia. L’ingresso è libero e gratuito.
Si tratta, in effetti, di un vero e proprio “bis”, più volte richiesto e caldeggiato dalle decine di spettatori che, in questi ultimi anni, hanno apprezzato l’approccio di Giorgio Battistella, sintesi convincente di filologia ed emozione. Lo stile interpretativo sobrio e contemporaneo, unito alla capacità di condurre -moderno Virgilio- nei meandri di una lingua e un’esperienza letteraria densa e palpitante di significato è -a detta di chi torna e ritorna ad ascoltarlo- in grado di parlare all’animo di ciascuno, anche alle soglie del 2020.
Ecco la scelta allora di riproporre l’intero repertorio dell’Inferno, Purgatorio e Paradiso, di percorrere nuovamente il meraviglioso viaggio dalle tenebre alle stelle, intraprendendo dall’inizio quel “cammino” che, tappa dopo tappa, compone l’intera architettura dell’Opera, stimolando una reale esperienza della profondità, artistica ed esistenziale, della Commedia. Un cammino intenso, preciso ma accessibile, capace di coinvolgere il neofita come lo studioso più esperto.
Giorgio Battistella, che da anni propone in pubblico la poesia dantesca sull’onda di una passione nata ancora ai tempi del liceo, è balzato qualche anno fa alla ribalta delle cronache locali (e non solo) come “cantore e domicilio”, per la disponibilità cioè ad introdurre all’opera dantesca anche piccoli gruppi di appassionati direttamente nel salotto delle loro case, in un clima più familiare rispetto alle serate pubbliche. Serate che non sono certo mancate nel frattempo: tra esse, ricordiamo quelle a Cortina, Ravenna, Venezia, Ostuni oltre agli innumerevoli incontri presso biblioteche, scuole e associazioni culturali del territorio, come la partecipazione al Carta Carbone Festival 2016 e alle iniziative della Società Trevigiana “Dante Alighieri”.
La possibilità di riascoltare Dante in una serata a lui settimanalmente dedicata nel cuore della città (e -non a caso- in un luogo che in questi anni si è sempre più caratterizzato per la volontà di farsi stimolo e promotore culturale per l’intera Treviso) diventa anche un’occasione speciale in prospettiva del 700° anniversario della morte del massimo poeta italiano (2021) che tornerà ad attirare l’interesse del grande pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.