VENEZIA DIVENTA SMOKING FREE

La battaglia green del sindaco Brugnaro
VENEZIA – Battaglia green a Venezia, e dopo il plastic free, arrivano anche le aree smoking free, intanto pensate per il cuore della città: San Marco e Rialto. E’ la seconda fase della campagna di rispetto della città #EnjoyRespectVenezia che passa dall’invito a non fumare in questi due luoghi, al divieto. Brugnaro comincia da qui, per poi magari un giorno estendere il divieto in tutto il centro storico, perché fumare quando si è in tanti e vicini, in una città spesso affollata di turisti, può dar fastidio agli altri. E lo dice lui, che ogni tanto si fuma il suo sigaro.
Ma è una questione di rispetto e di tutela della salute di chi non fuma, oltre che un tema ambientale, perché i mozziconi vengono spesso gettati a terra, specialmente in assenza di posaceneri. Ci saranno zone attrezzate per fumare e i locali creeranno delle aree per i fumatori, e generalmente il sindaco di Venezia prenderebbe l’esempio di Tokyo, città smoking free, dove per fumare bisogna accedere appunto ad apposite aree per fumatori. Fondamentale quindi il rispetto della salute degli altri, dell’ambiente e del suolo pubblico, e per questo Brugnaro prevede la consegna di posacenere portatili come gadget, in modo che i mozziconi non vengano più gettati a terra. Trovando degli sponsor adeguati, ogni fumatore avrà la sua bustina dove spegnere le sigarette, e per dar via al progetto si è già dimostrata disponibile l’Associazione Tabaccai. Un segnale forte, per far smettere qualcuno, e per tutelare l’ambiente.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.