CARO AFFITTI: PROTESTA ALL’ATER

Il presidente dell’ater assicura: "Entro fine anno la Regione farà i cambiamenti"
TREVISO. Protesta a Treviso da parte di un gruppo di inquilini che vivno negli alloggi di edilizia popolare. Una quarantina di persone ha manifestato con un corteo che si è concluso presso la sede dell’Ater. Una delgazione ha incontrato il presidente Luca Barattin per esporre le proprie rivendicazioni e chiedere una revisione della nuova legge regionale che ha rivisto i parametri per il calcolo dei canoni di affitto. In provincia di Treviso oltre 1600 nuclei famigliari pagano una affitto compreso tra i 40 e i 100 euro al mese, poco meno di 600 sono le famiglie collogate nella fascia 100-150 euro, le restati 944 famiglie hanno un canone superiore ai 150 euro al mese e in alcuni casi equivalente al prezzo di mercato, ovvero più di 500 euro. Barattin ha fatto sapere che entro il mese di settembre l’Ater darà comunicazione alla Regione delle situazioni singole che prevedono la revisione del calcolo del canone e ha assicurato che la Regione entro fine anno farà le modifiche alla nuova legge per andare incontro alle esigenze di chi si è visto aumentare in modo esponenziale l’affitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.