Di Marco e Donà al festival Femminile Singolare

Valdagno – Fa tappa questa sera, venerdì 12 luglio, a Valdagno, nell’ambito del festival Femminile Singolare, il primo tour congiunto di Ginevra Di Marco e Cristina Donà, due delle voci più carismatiche e influenti della musica italiana. L’appuntamento è alle 21.30 al Parco la Favorita. Dopo essersi esibite insieme per alcuni concerti la scorsa estate, le due cantautrici rock  hanno deciso di intraprendere un cammino insieme e di suggellare la loro comunione artistica con un album a doppia firma, che presenteranno nelle maggiori città e nei festival del nostro paese.

Forti delle rispettive carriere costellate di Targhe Tenco e di grandi canzoni, Ginevra Di Marco e Cristina Donà hanno realizzanto un’opera omonima che ripercorre alcune tappe dei loro percorsi musicali e ne fissa di nuove. Alla base del disco c’è in primis un’amicizia atavica: Cristina Donà vide per la prima volta Ginevra Di Marco a un concerto del tour di “In quiete” dei Csi, ammirandone la voce straordinaria, la presenza sul palco e quella femminilità “che credeva di non avere”.

A distanza di poco tempo, agli albori della sua carriera, la Donà si esibì da sola con la sua chitarra in apertura proprio alla band emiliana, per il tour di “Tabula Rasa Elettrificata”, folgorando Ginevra e tutta la band con la sua voce vellutata. Da lì, le due artiste hanno stretto un rapporto di stima e amicizia vera che con questo album si estrinseca con grazia e carattere.

Abili padrone di una ricchezza stilistica che permette loro di scegliere per ogni brano i linguaggi sonori più congeniali, le due artiste hanno scelto di farsi affiancare nella produzione artistica e nella realizzazione musicale dai compagni di sempre: il gruppo stabile di Ginevra, con Francesco Magnelli (piano, magnellophoni), Andrea Salvadori (chitarra, tzouras) e Luca Ragazzo (batteria), con l’aggiunta del produttore e co-autore degli ultimi dischi di Cristina, Saverio Lanza (chitarra, basso).

Fra gli autori dei testi dell’album figura anche Francesco Gazzè, che ha donato a Ginevra e Cristina le parole di Confine. Con questo lavoro Ginevra e Cristina hanno vinto il Premio Speciale Mei 2019, riconoscimento che gli verrà consegnato il 5 ottobre al Teatro Masini di Faenza.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.