Vicenza torna nel direttivo delle città Unesco

Vicenza – Vicenza torna nel direttivo dell’associazione delle città italiane che vantano beni Unesco. L’annuncio è stato dato oggi dal nuovo assessore alle attività culturali Simona Siotto, che porterà presto in consiglio comunale una delibera di ratifica di alcune modifiche statutarie dell’associazione.

“La precedente amministrazione – ha spiegato l’assessore – aveva fatto una scelta differente, ma io trovavo stridente il fatto che Vicenza, tra i fondatori con l’allora assessore Mario Bagnara di un’associazione che promuove le esigenze del tutto speciali delle città Unesco, avesse deciso di non fare più parte del direttivo”.

“Essere città patrimonio dell’umanità – ha aggiunto Siotto – non è solo un vanto ma anche una sfida che ci impone di lavorare, come richiedono le direttive Unesco, per uno sviluppo armonico del territorio, dal punto di vista culturale, ambientale, paesaggistico e urbanistico. Con questo obiettivo mi occuperò in particolare delle buffer zone, ovvero delle zone di protezione dei siti palladiani, e degli strumenti speciali di tipo paesaggistico di cui necessitano le nostre città”.

Le modifiche statutarie riguardano, in particolare, l’adeguamento alle linee guida emanate dall’Unesco sull’uso dell’acronimo e del logo, a partire dalla denominazione che, proprio per rispettare queste disposizioni, diventa Associazione beni italiani patrimonio mondiale.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.