La mostra “Vicenza, visioni in corso” nella Loggia Valmarana

Vicenza – Ha aperto oggi, venerdì 10 maggio, nella Loggia Valmarana, nel giardino Valmarana Salvi, la mostra “Vicenza, visioni in corso d’opera“. L’esposizione, curata da Margherita Possamai, Sofia Zanotto e Teresa Busetto, ha come responsabile scientifico Iuav Emanuela Sorbo e sarà visitabile, con ingresso gratuito fino a sabato 18 (ecco gli orari: 11 e 12 maggio dalle 10 alle 18, lunedì 13, martedì 14, mercoledì 15 e giovedì 16 dalle 16 alle 19, venerdì 17, dalle 10 alle 13 e sabato 18 dalle 10 alle 12).

La mostra espone progetti realizzati dagli studenti dell’Università Iuav di Venezia per alcuni luoghi culturali in collaborazione con il Comune di Vicenza e con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, nell’ambito dei percorsi formativi Iuav di Laurea magistrale, di tesi di Laurea e tesi di specializzazione della Scuola di specializzazione in beni architettonici e paesaggistici.

In particolare la mostra intende presentare nuove visioni e strategie per le architetture e gli spazi del Giardino Valmarana Salvi, i percorsi delle mura e la Rocchetta, il Teatro Olimpico, la chiesa di Santa Maria Nova, la Villa Gazzotti Grimani Marcello Curti a Bertesina.

“La mostra – ha sottolineato il sindaco Francesco Rucco – è frutto di un protocollo d’intesa con l’Università Iuav di Venezia per l’elaborazione di studi e strategie di valorizzazione del centro storico che sta interessando diversi luoghi della città. Significativo è anche il luogo in cui la mostra è stata allestita, la Loggia Valmarana in cui si è di recente concluso il restauro, grazie ad un progetto curato dall’amministrazione che mi ha preceduto. Noi ci siamo occupati di riportare l’acqua in Seriola e di garantirne la pulizia”.

“Ora che il restauro è terminato valuteremo come utilizzare questo prestigioso spazio, da cui tra l’altro si può godere di una veduta privilegiata, e per il quale abbiamo varie idee tra cui preservarlo come luogo di incontro culturale, com’era in origine”.

“L’esposizione – ha aggiunto l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero – vede l’utilizzo non solo della loggia ma anche degli spazi interni ed è inserita all’interno delle Giornate nazionale dei Castelli, che vedono Vicenza sito principale in Veneto per l’edizione 2019. Nell’ambito dell’iniziativa è previsto un convegno che si terrà domani a Palazzo Chiericati e percorsi di visita alle mura e al Torrione di porta Castello in programma sabato e domenica”.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.