Schio, non pagano gli scarti di alluminio. Denunciati

Schio – Fingendosi interessati all’acquisto di scarti metallici, avrebbero caricato il materiale su un furgone e sarebbero fuggiti senza pagare. Per questo due uomini croati, un 34enne ed un 30enne, entrambi disoccupati e gravati da pregiudizi di polizia, sono stati denunciati dai carabinieri con l’accusa di truffa.

A tracciare il quadro della situazione sono stati i militari della Stazione di Schio. Le indagini sono scattate dopo aver raccolto la denuncia per truffa sporta dal titolare di una locale ditta specializzata nella lavorazione di materie plastiche.

Secondo quanto ricostruito, lo scorso 20 marzo i due uomini si sarebbero presentati dall’imprenditore fingendosi una ditta di recupero scarti industriali e simulando un interesse nell’acquisto di scarti metallici.

Dopo aver caricato sul loro furgone 1160 chili di scarti di alluminio, contenuti in tre cassoni di plastica, per un valore totale di circa 1250 euro, sfruttando una distrazione del titolare, allontanatosi per compilare dei moduli, i due se ne sarebbero però andati senza saldare il conto.

“Le indagini – hanno precisato i carabinieri – sono state portate avanti anche tramite l’analisi delle registrazioni delle telecamere della ditta, ma l’identificazione dei soggetti non è stata immediata in quanto avevano fornito dei nomi italiani ed il veicolo non era intestato a loro. Sentito il proprietario, che ha fornito le reali generalità dei due uomini, questi sono stati riconosciuti dalla vittima.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.