Ai nastri di partenza il festival Vicenza Jazz

Thiene – Ventiquattresima edizione del festival New Conversations– Vicenza Jazz al via. La kermesse musicale vicentina inizierà quest’anno con un prologo, nella vicina Thiene, domani, giovedì 9 maggio, all’Auditorium Fonato. L’appuntamento è per le 21 e si ascolterà l’’ensemble del sassofonista Claudio Fasoli. Il suo “Inner Sound” è un progetto dalle sonorità ‘spirituali’ che coinvolge Gianluca Carollo (tromba, flicorno), Michele Calgaro (chitarra elettrica), Michelangelo Decorato (pianoforte), Andrea Lamacchia (contrabbasso), Gianni Bertoncini (batteria, elettronica) e Marco Zanoli (batteria). Ricordiamo che il festival– Vicenza Jazz  è organizzato dal Comune di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Comunale di Vicenza, in coproduzione con Trivellato Mercedes Benz e in collaborazione con il Bar Borsa.

“Claudio Fasoli si legge nella presentazione della serata d’esordio del festival – rappresenta il lato colto del jazz italiano. E lo ha ribadito in tempi recenti la riedizione di due album fondamentali della sua discografia come Land e Bodies. Nato a Venezia nel 1939 ma milanese di ’adozione, Fasoli è una presenza particolarmente significativa nel jazz italiano ed europeo. Ha lasciato importanti tracce musicali in compagnia di musicisti come Henri Texier, Lee Konitz, Jean-François Jenny-Clark, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Palle Danielsson, Tony Oxley, Giorgio Gaslini. Indelebile è poi il ricordo degli anni fusion progressive con il Perigeo, gruppo fondato assieme a Franco D’’Andrea, Giovanni Tommaso e Bruno Biriaco”.

““Inner Sounds”, che a Thiene sarà eseguito da un ensemble di sette elementi, è caratterizzato dal fascino del mistero che anima le più suggestive opere d’’arte. Temi e sonorità riecheggiano un sentimento quasi religioso e rivelano un’’acuta concezione della musica. Le composizioni di Fasoli sono ispirate alla raccolta di sette poemi Horae Canonicae del poeta inglese Wystan Hugh Auden, che tratta il tema dell’’accettazione o della negazione divina. Da questo spunto scaturisce un sound contemplativo, capace di possedere la mente, avvolgere l’’orecchio, assuefare il nostro inconscio”.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.