Gas Jeans di Chiuppano, salvi i 50 posti di lavoro

Venezia – Il tavolo regionale, convocato oggi a Venezia dall’unità di crisi della Regione Veneto, ha sancito la positiva chiusura della vertenza dei lavoratori della logistica che prestano servizio per l’azienda di moda Grotto, di Chiuppano, titolare del marchio Gas Jeans. All’incontro hanno partecipato tutte le parti interessate, ovvero le organizzazioni sindacali, l’azienda Grotto e la Traconf srl, vale a dire la società di logistica che ha assunto l’intera gestione dei servizi al comparto moda. E’ servito a fare il punto sugli esiti di una vertenza difficile, che ha interessato l’intero comparto logistico di Grotto, e che ha visto l’interessamento diretto e l’intervento di mediazione dell’unità di crisi aziendali della Regione Veneto.

“Sono almeno tre i risultati raggiunti – è stato sottolineato oggi – grazie al coinvolgimento e al senso di responsabilità dimostrato da tutte le parti in causa: la salvaguardia di tutti i 50 posti di lavoro, a fronte dei dieci inizialmente previsti; la trasformazione dei rapporti di lavoro  in assunzioni a tempo indeterminato con applicazione del contratto collettivo nazionale logistica trasporto merci e spedizioni; la riduzione di un passaggio nella filiera degli appalti, con positive ricadute sulle condizioni dei lavoratori e sulle relazioni sindacali. Inoltre, le parti hanno sottoscritto una clausola di legalità che le impegna al controllo periodico del rispetto degli impegni contrattuali assunti”.

“Negli ultimi anni – ha fatto notare l’assessore regionale al lavoro Elena Donazzan -, nell’ambito della logistica, si sono presentate di frequente situazioni di tensione e difficoltà, spesso sfociate in  combattute vertenze che hanno richiesto l’intervento mediatore dell’unità regionale di crisi. L’intervento pubblico della Regione è sempre stato rivolto  al miglioramento delle regolamentazioni più in uso nel settore. Un intervento che, nel caso di Chiuppano, grazie alla volontà di dialogo dimostrata dalle parti e alla coesione di cui hanno dato prova i lavoratori, ha consentito di raggiungere un risultato migliorativo dell’usuale quadro regolatorio nel comparto”.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.