Basket, Famila Schio e Passalacqua Ragusa a caccia dello scudetto

Schio – Al via mercoledì la corsa per lo scudetto della stagione 2018/2019. Protagoniste di questo ultimo atto di Sorbino Cup, serie A1 di basket femminile, saranno il Famila Wuber Schio e le Aquile della Passalacqua Ragusa. La finale di questi playoff si giocherà al meglio delle cinque partite e questo vuol dire che a laurearsi campione d’Italia sarà la squadra che conquisterà tre vittorie. Tutte le gara saranno trasmesse in diretta e in chiaro da Sportitalia, al canale 60 del digitale terrestre.

Il primo atto di quella che si preannuncia una serie davvero combattuta è in programma il primo maggio al PalaRomare (palla a due alle 20.45). Stesso posto, stessa ora anche per gara 2 (venerdì 3 maggio). Dopo questi due incontri ci si sposterà in Sicilia, al PalaMinardi di Ragusa, dove verranno disputate gara 3 (martedì 7 alle 20.45) ed anche per l’eventuale quarta partita (giovedì 9, alle 20.30). Nel caso quattro match non fossero sufficienti per decretare la squadra che si cucirà al petto il tricolore, la sfida decisiva, la bella, è in programma alle 19 di domenica 12 maggio a Schio.

La società del presidente Cestaro ha già in bacheca nove scudetti, conquistati nelle sedici finali giocate (quella al via domani è la 17esima dalla promozione in A1, avvenuta nel 1992); le siciliane, invece, che militano nella massima serie dal 2013, inseguono ancora il loro primo titolo: i tre precedenti (finali 2013/2014, 2014/2015 e 2017/2018), disputati tutti contro le scledensi, hanno sempre visto trionfare le avversarie. Nel torneo in corso, tra campionato e Coppa Italia, Famila e Passalacqua si sono affrontate tre volte e in due occasioni (seconda giornata di ritorno e semifinale di Coppa Italia) sono state le iblee a festeggiare.

Per quanto riguarda invece il cammino fin qui compiuto nei playoff, arancioni e biancoverdi hanno chiuso in due gare i quarti imponendosi per 2-0 (rispettivamente su Vigarano e Lucca). Più impegnativo per entrambe lo step delle semifinali: Schio ha superato, per 3-1, le padovane del San Martino di Lupari; mentre le Aquile hanno compiuto davvero una impresa contro Venezia.

Sotto 2-0 contro le orogranata, le cestiste di coach Gianni Recupido hanno riportato in parità la serie (2-2) e sabato sera, al PalaTaliercio di Mestre, hanno completato l’opera, imponendosi con il risultato di 76-82 sulle padrone di casa. La volontà delle ragusane è dunque chiara: bissare il successo della Coppa Italia, conquistando anche lo scudetto, e interrompere la “tradizione” che per ben tre volte, e tutte contro Schio, le ha viste fermarsi ad un passo dal tricolore.

Il team scledense, nonostante la vera e propria rivoluzione dell’estate, è andato in crescendo, dimostrando soprattutto negli ultimi mesi di aver raggiunto un’ottima coesione. Un’arma sulla quale puntare per la conquista del decimo titolo italiano, quello che vale la stella.

Ilaria Martini

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.