Nessun declassamento per l’ospedale di Asiago

Asiago – “Tranquillizziamo la popolazione dell’Altopiano di Asiago: il loro ospedale continuerà a mantenere la vocazione che ha sempre avuto, non verrà snaturato e per nulla declassato a cominciare dal mantenimento delle apicalità esistenti”. Così l’assessore regionale alla sanità, Manuela Lanzarin, ha voluto rassicurare quanti hanno espresso preoccupazione per un temuto declassamento, nelle schede ospedaliere della giunta regionale. a polo riabilitativo del nosocomio altopianese .

“Credo che, alla luce delle schede ospedaliere, gli abitanti possano e debbano stare tranquilli – ha aggiunto l’assessore – così come tutti gli amministratori locali. Non so, infatti, cosa possa far dedurre un declassamento dell’ospedale. Con la dotazione di posti letto necessaria, tutte le apicalità già in essere non vengono toccate: ortopedia, medicina generale e il centro riabilitativo funzionale per la riabilitazione cardiologica e ortopedica”.

“Per quanto riguarda i primariati di medicina e di ortopedia – continua Lanzarin -, i concorsi sono già stati espletati; il primo è già stato affidato nei giorni scorsi al dottor Massimo Marchetti, il secondo lo sarà per la prossima settimana. Nelle schede poi, l’anestesia e rianimazione viene rafforzata come unità semplice dipartimentale e viene inserita l’unità semplice di cardiologia. Possono stare tranquille anche le future mamme perché, se avevano qualche timore, il punto nascite continuerà ad essere attivo”.

Un’ultima precisazione l’assessore la riserva proprio alla dotazione dei posti letto. “In totale sono 104 – sottolinea – ma all’ospedale si vanno ad aggiungere anche le strutture intermedie e vengono aggiunti anche quindici posti letto di ospedale di comunità e tre di hospice”.

vicenzareport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.